Perugia fa il secondo passo scudetto con Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 28, 2018 22:30
Zaytsev Ivan (attacca)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Ivan Zaytsev (foto Michele Benda)

Il fattore campo è decisivo anche stavolta e porta la Sir Safety Conad Perugia di nuovo avanti nella serie della finale scudetto. Concentrata e cinica come non mai, la squadra dei block-devils non ha dato scampo ai rivali che si sono complicati la vita da soli all’inizio. Una splendida prova di squadra quella dei block-devils che ha rifilato una lezione alla Cucine Lube Civitanova incapace di contrapporre un gioco efficace. Atanasijevic si è rivelato determinante, infliggendo due punizioni dal servizio (tre gli ace). Zaytsev è risultato incontenibile in attacco, ma tutti si sono espressi su un buon livello e, alla fine, la partita è risultata un monologo, spezzato solamente nel terzo set da un guizzo ospite. I padroni di casa partono col piede sull’acceleratore e mettono in difficoltà col servizio, a lungo andare le ricezioni marchigiane si rivelano approssimative (37%) e la regia fatica a smistare la palla nella maniera migliore. Solo Juantorena e Sokolov offrono una certa resistenza, ma per il resto è un bombardamento dei perugini. Al fischio d’inizio le squadre sono quelle attese, gli ospiti schierano Stankovic al centro e Kovar di banda. I perugini prendono subito il comando sfruttando il servizio, i due muri di Anzani (cinque palle a terra in apertura), i due ace di Atanasijevic e quello successivo di Anzani, sganciano il punteggio e portano sul 18-12. Malgrado i tantissimi errori concessi (ben undici) l’unico sussulto è sul finale con i servizi di Juantorena che annullano due delle sette palle-set, poi a chiudere è il cubano che butta in rete la palla. Si riprende con gli umbri ancora poco precisi in fase di finalizzazione e così ne fa le spese Russell che viene rilevato da Berger, il ritardo di due lunghezze è prontamente annullato (5-5). La difesa perugina permette di salvare qualche pallone e di fare il break e non appena i cucinieri vanno fuori bersaglio c’è il tentativo di fuga (14-11). Entra Candellaro per il servizio e Sander in prima linea e in un attimo il punteggio torna in asse (15-15). Il momento di pausa termina con Podrascanin che s’incarica di mettere giù palloni pesanti, un muro ed un ace fanno 22-19. Il finale è concitato ma Atanasijevic (sette volte a segno) non trema e mette giù il due a zero. Il terzo periodo è aperto dalle battute potenti di Zaytsev ma il piccolo break è annullato da Sander (10-10). Si gioca punto a punto con un Berger lucidissimo ed in grado di sfruttare ogni palla che gli viene offerta, ma è il turno dai nove metri di Cester a rovesciare (17-19). Allo sprint gli errori sono troppi e accorciano le distanze. Il quarto periodo è un crescendo di emozioni con continui sorpassi e squadre sempre a contatto (17-17). Un video-check molto contestato fa saltare i nervi agli ospiti nel momento topico e Juantorena si becca un cartellino giallo, subito dopo Atanasijevic piazza due ace, inframezzati da un attacco (21-17). Pala-Evangelisti ribollente e vittoria. Appuntamento a gara-quattro martedì primo maggio in trasferta, nella strada per il tricolore c’è ancora da fare un ultimo sforzo…
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA = 3-1
(25-21, 25-21, 21-25, 25-23)
PERUGIA: Atanasijevic 24, Anzani 11, Zaytsev 10, Podrascanin 8, Russell 2, De Cecco, Colaci (L1), Berger 8, Shaw. N.E. – Andric, Siirila, Della Lunga, Ricci, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Sokolov 18, Juantorena 15, Cester 4, Stankovic 4, Kovar 3, Christenson 1, Grebennikov (L), Sander 10, Candellaro 1, Zhukouski 1. N.E. – Casadei, Milan, Marchisio. All. Giampaolo Medei e Marco Camperi.
Note – Spettatori 4’098.
Durata dei set: 30’, 30’, 27’, 32’.
Arbitri – Omero Satanassi (RA) e Luca Sobrero (SV).
SIR (b.s. 19, v. 10, muri 8, errori 14).
LUBE (b.s. 24, v. 5, muri 6, errori 9).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 28, 2018 22:30