Perugia, la carica dei trecento a Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 14, 2018 11:00
Della Lunga Dore (festeggiato)

la Sir Safety Conad Perugia festeggia, Massimo Colaci e Marko Podrascanin abbracciano Dore Della Lunga (foto Michele Benda)

Per la causa bianconera non è cambiato niente. La sconfitta esterna della Sir Safety Conad Perugia nella seconda sfida della semifinale play-off è già stata cancellata dalla splendida prova esterna di champions league. Domenica 15 aprile si presenta la prima di due opportunità per eliminare dalla lotta scudetto la rivale Diatec Trentino. Con tutta probabilità non l’occasione migliore vista la stanchezza accumulata e la gara che i dolomitici giocheranno di fronte ai loro tifosi. Il catino infuocato dei trentini ribollirà di cinquemila spettatori sugli spalti, volendo spingere la propria squadra verso l’unico obiettivo rimasto in piedi. Per la prima volta dopo tanti anni, infatti, la blasonata formazione gialloblu rischia di non disputare nemmeno una finale. Civitanova Marche gli ha negato la qualificazione nella competizione continentale, mentre i perugini l’hanno estromessa dalla supercoppa italiana e dalla coppa Italia, ed ora provano a servire il tris, prendendosi a loro volta la loro terza finale scudetto. Alla vigilia parla il centrale Marko Podrascanin: «Abbiamo avuto tempo e modo per smaltire le fatiche della lunga trasferta russa che ci ha portato al tempo stesso tanto entusiasmo e convinzione grazie all’accesso alla final four. Sappiamo che domani gara-quattro con Trento sarà un’altra battaglia, come tutte in questa serie di semifinale. Loro non hanno alternative e sicuramente le proveranno tutte, giocando in più nel loro palazzetto. Ma siamo pronti, carichi e concentrati. La finale scudetto è un nostro importante obiettivo e vogliamo centrarlo». Gli umbri saranno di nuovo in campo per un appuntamento di fondamentale importanza, dopo tre partite, la situazione vede in vantaggio due ad uno Perugia, per cui questa potrebbe essere decisiva ai fini del passaggio in finale. Se i block-devils vincono, si qualificano e possono godere di una settimana piena, se perdono dovranno giocare mercoledì in casa. L’obiettivo, insomma, non può essere che uno. Per agguantarlo, però, ci vorrà una prova concreta ed attenta, diversa da quella che ha regalato troppo in gara-due e gara-tre. Per prima cosa, dunque, la squadra dovrà stare attenta a sbagliare di meno, perché la squadra di coach Angelo Lorenzetti è forte e non ha bisogno che gli si renda il compito più agevole. Messo a registro l’aspetto della concentrazione e dell’attenzione, ci sarà da preoccuparsi dell’aspetto tecnico-tattico, a cominciare dal contenimento di quella autentica macchina da punti che, nelle ultime due partite, si è rivelato il tandem Lanza-Kovacevic, coppia fortissima ed efficace anche nelle battute in salto che fanno tremare la ricezione nemica. Una grossa spinta dagli spalti arriverà dai fedelissimi Sirmaniaci, in oltre trecento saranno a bordo campo per tifare e sospingere la squadra del cuore, e siamo sicuri che combatteranno anche loro come gli spartani alle Termopili. Nel clan dell’allenatore Lorenzo Bernardi c’è la consapevolezza di poter espugnare nuovamente la tana nemica, così come fatto durante la stagione regolare. Per riuscirci servirà il miglior contributo dello schiacciatore Aaron Russell che lentamente sta ritrovando il top della condizione atletica. Il bilancio degli scontri diretti è ancora prerogativa dei trentini che nei ventisei confronti diretti hanno prevalso quindici volte, nei play-off undici precedenti con gli umbri che si sono imposti cinque volte. Due gli ex di turno, il libero Massimo Colaci e lo schiacciatore Dore Della Lunga che con questa partita taglia il traguardo delle cinquecento gare disputate nel campionato italiano. A caccia di un altro record è l’opposto Aleksandar Atanasijevic che conquistando sette punti taglierà il traguardo dei seicento in questa stagione, il centrale Simone Anzani invece è a due punti dal traguardo dei duecento sempre nella presente stagione. Come sempre la partita sarà visibile in diretta streaming su Sportube.tv mentre la cronaca potrà essere seguita sulle frequenze di Umbria Radio. I direttori di gara dell’incontro saranno Giorgio Gnani (FE) ed Alessandro Tanasi (SR). Trento: Giannelli – Vettori, Carbonera – Kozamernik, Kovacevic – Lanza, De Pandis (L). Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Podrascanin – Anzani, Zaytsev – Russell, Colaci (L).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 14, 2018 11:00