Stefano Recine: «Brava Perugia a reagire»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 5, 2018 11:00
Sir Colussi Sicoma Perugia (team)

la squadra targata Sir Colussi Sicoma Perugia di champions league maschile (foto Michele Benda)

Combattuto e sofferto. Così è stato il match della champions league per i tremila accorsi al Pala-Evangelisti. Scaricata l’adrenalina in coppa, la Sir Sicoma Colussi Perugia cerca di recuperare le necessarie energie psico-fisiche per affrontare il prossimo importante appuntamento interno, quello di campionato che vede ospite Trento per gara-tre della semifinale scudetto. Di riposo ce ne vorrebbe ai block-devils che sono usciti dal confronto infrasettimanale dopo quasi due ore di battaglia con Novosibirsk, un successo che è stato conseguito in rimonta tramite una performance di grande carattere. Al termine della gara il direttore sportivo Stefano Recine ha sottolineato i meriti della squadra: «È stata una partita molto difficile contro un avversario di livello, molto forte fisicamente e con giocatori di qualità. Però i ragazzi sono stati veramente bravissimi dopo lo shock del primo set perso. Soprattutto bravissimi di testa a reagire e conquistare il match». Non è apparso completamente soddisfatto l’opposto serbo Aleksandar Atanasijevic: «Possiamo giocare ancora meglio e lo sappiamo anche perché nel primo set siamo stati in difficoltà, ma dall’altra parte c’era una squadra forte. Era molto importante vincere sia per avvicinarci alla final four della competizione, ma anche perché la nostra mente è ora rivolta alla gara di sabato contro Trento, che per noi è fondamentale. Abbiamo dimostrato che il calore del Pala-Evangelisti fa sempre la differenza, andremo in Russia più rilassati ma consapevoli che ci aspetterà comunque una partita ancora più difficile». Tra i migliori in campo il libero Massimo Colaci: «Sono molto contento di quella che è stata la mia partita in difesa anche se in ricezione ho sofferto le loro flot, questo capita ma l’importante è restare in partita. Siamo molto contenti, qualcuno si aspettava una partita semplice ma in queste fasi le squadre sono tutte forti, anche se non stiamo giocando benissimo l’importate è fare risultato in vista del ritorno». Grande protagonista anche capitan Luciano De Cecco: «Non dobbiamo pensare che giocare contro questa squadra era facile, visto che se sono arrivati a questo punto del torneo è scontato che sono molto forti, come del resto lo hanno potuto dimostrare contro di noi». Poi è stato il turno di Marko Podrascanin: «Siamo riusciti ad ottenere il miglior risultato possibile dopo che avevamo perso il primo set ai vantaggi, somigliava tutto molto a quello che è successo nel primo set di domenica a Trento, loro avevano una flot molto insidiosa e l’abbiamo sofferta. Ma i ricevitori sono stati bravi però in tutte le battute di potenza, così come bene si sono comportati nel difendere i vari attacchi che oltrepassavano il muro. Poi quando riusciamo a tenere la palla nella nostra parte di campo riusciamo sempre a giocare bene, direi che siamo stati proprio bravi negli ultimi tre set». Sabato prossimo torna protagonista il campionato, gli umbri saranno di scena al Pala-Evangelisti, un confronto che non risparmierà emozioni quello con Trento, compagine che è uscita sconfitta dal derby continentale con Civitanova Marche. Per i ragazzi del presidente Sirci in palio ci sarà tutta la stagione nel giro di quattro giorni perché poi voleranno in Siberia per la sfida di ritorno coi russi. I perugini al momento pensano agli obiettivi incalzanti che forniscono i giusti stimoli per scendere in campo.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 5, 2018 11:00