Antonio Leonardi: «San Giustino al lavoro per il prossimo anno»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 2, 2018 09:00
Leonardi Antonio (presentazione)

il d.s. Antonio Leonardi

L’ultima partita della stagione per la Sia Coperture San Giustino sarà sabato prossimo e servirà soltanto per riconquistare in maniera definitiva la sesta posizione nel girone C di serie B1 femminile. Una vittoria, con qualsiasi risultato, lo renderà possibile; per il resto, è già tempo di bilanci, il consuntivo spetta questa settimana al direttore sportivo Antonio Leonardi: «Bisognerebbe assegnare due distinte valutazioni perché in casa abbiamo incamerato 29 punti sui 36 finora disponibili e quindi il giudizio è più che positivo. Oserei dire ottimo, mentre in trasferta, con 13 punti su altrettante gare, è decisamente insufficiente. Sinceramente, più di una volta ho cercato di trovare una spiegazione. Se giochi fuori casa, vai spesso avanti con il punteggio e poi non riesci ad aggiudicarti il set per mancanza di quel pizzico di grinta in più, significa che qualche meccanismo in allenamento non ha funzionato come avrebbe dovuto. In alcune partite, si sono verificati all’improvviso veri e propri tracolli, che non sono di natura fisica, sotto questo profilo, l’intensità non è mai mancata. Ecco perché stento a individuare la giustificazione. Semmai, posso indicare un limite emerso in qualche frangente, il gruppo ha dimostrato di essere unito, ma più fuori dal campo che dentro, nel senso che durante le gare esterne uno spirito più di squadra ci avrebbe permesso di fare meglio. Tutti aspetti che, sommati, hanno inciso sul risultato finale». Con un turno di anticipo sulla fine del campionato, verdetti già decretati e sono stati rispecchiati fedelmente i valori tecnici. «Il campo di gioco è sovrano e gli esiti delle venticinque giornate debbono essere considerati attendibili. Se noi siamo settimi, pur con la possibilità di tornare sesti, vuol dire che questa è la nostra collocazione, anche se rimane il rimpianto, perché giocando meglio fuori casa avremmo potuto disputare i play-off, le potenzialità c’erano e non credo che sia stata una questione di organico ridotto». Le altotiberine non possono più raggiungere il primato dei punti stabilito tre stagioni addietro, quando conclusero a 46 punti, potranno però eguagliare il piazzamento di allora. Quanto basta per impegnarsi a fondo nell’ultima partita contro Cesena. «La sconfitta nel derby contro Trevi ci ha precluso la possibilità di chiudere al quinto posto e quindi l’unico obiettivo che rimane alla nostra portata è il sesto, che diverrebbe sicuro in caso di vittoria. Giocando in casa e con l’atteggiamento tenuto sino ad ora non dovremmo avere timori di sorta». E da lunedì prossimo, società già al lavoro per programmare la stagione a venire, cercando di smantellare il meno possibile l’ossatura per poter puntare in alto. «A dire il vero, ci stiamo già muovendo: la nostra intenzione è quella di confermare le atlete con cui riteniamo di poter effettuare il salto di qualità, ma dovremo fare i conti anche con i sopraggiunti impegni di lavoro delle singole, verso i quali c’è il massimo rispetto. Nuove e legittime priorità, che potrebbero però mal conciliarsi con la prosecuzione dell’attività agonistica a determinati livelli».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 2, 2018 09:00