Geriatria Volley va in vacanza con tante adesioni

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 15, 2018 10:00
Geriatria Volley (chiusura)

foto di gruppo per l’adunata dei nostalgici di Geriatria Volley alla chiusura della stagione

Si è archiviata l’ennesima stagione improbabile a Geriatria Volley che, sfrattata dalla sua storica e naturale sede del Pala-Evangelisti per dare spazio ad eventi minori, si è accasata nei mesi scorsi alla palestra Kennedy, più raccolta e meno dispersiva, ma soprattutto priva di elementi di distrazione quali masse di ammiratori alla ricerca di un selfie con i propri idoli. All’inizio dell’anno avevano dato la propria adesione a compiere evoluzioni controllate in ben sedici elementi, gli allenamenti procedevano spediti e le partitelle potevano essere svolte nel classico sei contro sei, ma con l’andare delle settimane si verificava il tanto temuto ammutinamento. Il professionale equipaggio a bordo dello yacht si trasformava in ciurma occasionale da carretta del mare, la perdita dei pezzi era progressiva e solo i più duri riuscivano a resistere… alle scenate delle mogli. Il decremento era inarrestabile sino a toccare il livello minimo nel mese di aprile dove al suono della sirena si contavano solo sei superstiti (tre marinai e tre mozzi), in quella occasione veniva così re-introdotto l’ormai desueto tre contro tre (assente dai tempi del minivolley), ma quando il coprifuoco privava ad un quarto d’ora dall’ingresso al porto di un faro illuminante, i reduci finivano a sbattere sugli scogli. In questa situazione serviva solo un colpo di magia, ed ecco allora che il capo brigata inventava una convocazione mascherata da conviviale, nella trappola dei trucchi cadevano addirittura ventitré e chissà che non porti fortuna per il prossimo anno.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 15, 2018 10:00