Gino Sirci: «Tre settimane di festa per Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 16, 2018 09:00
Sirci Gino (trofeo)

Gino Sirci (foto Michele Benda)

La prima supercoppa italiana, la prima coppa Italia e, soprattutto, il primo scudetto della Sir Safety Conad Perugia saranno festeggiati come meritano. Lo aveva anticipato appena vinto il tricolore ai microfoni di Pianeta Volley lo stesso presidente Gino Sirci che ora lo ha confermato: «Stiamo organizzando tre giorni di baldoria, faremo tre settimane di festa dedicate a tutti i Sirmaniaci dove si mangia si beve si balla e si canta, i primi tre venerdì di giugno (1, 8 e 15) e cerchiamo un locale che possa contenere un migliaio di persone. Vale la pena vivere queste gioie tra amici che sono davvero uniti e su cui si può fare affidamento, come una grande famiglia. Segnatevi le date e rimanete sintonizzati perché tra poco vi comunicheremo i dettagli». Si tratta di una tripletta storica e la tifoseria non potrà che brindare tre volte alla splendida stagione. Ma intanto si guarda avanti, con l’arrivo di Leòn la formazione di Perugia sarà al centro delle attenzioni sia a livello nazionale che mondiale. «È un grande giocatore, e ce ne siamo resi conto sulla nostra pelle quando ci abbiamo giocato contro, ma abbiamo anche apprezzato il suo valore con maggior serenità vedendolo in azione contro altre avversarie. Oltre a ciò è una persona ottima, brava e alla mano, è un professionista molto serio, inoltre è molto educato ed ha una grande attitudine per i rapporti umani». Il costo dell’operazione si aggira intorno al milione di euro all’anno ma il numero uno della società sportiva bianconera è convinto che siano spesi bene. Da parte sua Wilfredo Leòn ha detto le sue prime parole da perugino: «Aspettatemi, arriverò presto. La squadra sarà molto competitiva, saremo più forti e più completi. Abbiamo firmato il contratto per due anni e cercheremo di vincere tutte le competizioni, inclusa la champions league che ora è il trofeo mancante nel club». Ma se le parole del fuoriclasse cubano già infiammano gli sportivi, il tema scottante rimane il palasport Giuseppe Evangelisti tornato prepotentemente alla ribalta dopo il pienone registrato nelle finali dei play-off, è immaginabile che con l’arrivo di Leòn l’impianto sportivo di Pian di Massiano sia ancor più inadeguato ed il presidente Sirci continua a battere sul tasto a cui tiene particolarmente. «Il palazzetto va riqualificato e va portata la capienza da quattromila a cinquemila spettatori, è un discorso che interessa la città ed il territorio e non solo la squadra di pallavolo. Spero che insieme al Comune di Perugia e alla Regione Umbria si possa perseguire questa unità d’intenti che è diventata indispensabile. La presenza del pubblico è uno degli aspetti importanti, se un giocatore come Leòn si è convinto di venire a giocare a Perugia non è solo per i soldi, ma ha visto che c’è un seguito grande, un calore ed una passione smisurata. Quando lo presenteremo cercheremo di organizzare bene perché vogliamo fargli vedere quanto ci teniamo a lui».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 16, 2018 09:00