Nicola Mattei: «A Trestina il futuro è garantito»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 2, 2018 10:00
Mattei Nicola

il d.s. Nicola Mattei

La Trestina Volley è tornata da Narni a testa alta, con la consapevolezza che se la gara di serie D femminile fosse stata anticipata anche soltanto di un giorno, probabilmente l’esito sarebbe stato molto diverso. Utilizziamo il condizionale che, in questi casi, è d’obbligo perché nessuno di noi possiede la sfera di cristallo, ma sicuramente scendere a Narni con la formazione al completo e con la possibilità di poter contare su dei cambi a partita in corso avrebbe potuto far pendere l’ago della bilancia altrove. Al di là di questo, si ritiene comunque soddisfatto il direttore sportivo del club trestinese Nicola Mattei: «Abbiamo disputato un’ottima prestazione al cospetto della seconda forza del campionato, i parziali parlano da soli (25-23, 21-25, 27-25, 29-27). È stata una partita tiratissima e, dalla prestazione, sono ancora più convinto delle qualità tecniche di questo gruppo. Purtroppo, non siamo stati cinici nelle fasi importanti del match. Per di più, avendo giocatrici che svolgono anche la mansione di tecnici delle squadre giovanili, il giorno dell’incontro non sono potuti venire con noi perché avevano un corso più l’esame per allenatori che si chiama ‘Smart Coach’. Per questo motivo avevamo fatto richiesta al Narni di poter anticipare la gara al venerdì, ma loro ci hanno negato lo spostamento e così siamo andati a giocarcela in otto. Pazienza, vorrà dire che dovremo rimboccarci di nuovo le maniche per raggiungere il nostro obiettivo stagionale minimo». Tra le note più positive di questa annata sportiva, c’è sicuramente il gran lavoro svolto dal settore giovanile, vero fiore all’occhiello del Trestina. I numeri parlano una sola lingua e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Un vivaio che può contare su un serbatoio di giovani atlete molto numeroso. «Siamo davvero soddisfatti, siamo in piena corsa per obiettivi importanti e il cammino finora intrapreso va oltre le più rosee aspettative. Per questo ritengo che tutti i nostri collaboratori, dai dirigenti agli allenatori, stiano svolgendo un gran bel lavoro. Si tratta solo del primo anno ma abbiamo gettato le basi per un progetto di carattere pluriennale. Vogliamo valorizzare i giovani talenti del territorio anche per tirare su qualche atleta interessante in funzione della prima squadra. Partendo dalla seconda divisione femminile voglio sottolineare che l’organico è composto quasi per intero da atlete under 18. Al momento sono al secondo posto in classifica ed hanno fatto dei grandissimi passi in avanti in termini di crescita sia a livello tecnico che umano. Non voglio fare nomi perché deve passare il concetto che la squadra ha potenzialità incredibili anche in prospettiva. Non mi voglio sbilanciare troppo ma vedo ragazze che potranno tornarci utili fra un po’ di tempo in prima squadra. Colgo l’occasione per ringraziare l’allenatore Mario Polenzani che ha portato in alto la squadra anche in classifica. La stagione è importante e dignitosa considerando che stiamo giocando con molte ragazze under 14. Abbiamo attraversato qualche momento di difficoltà, ma molto dipende dalla giovane età delle nostre atlete rispetto a quelle delle altre squadre che stiamo affrontando. Di certo è un’esperienza che servirà a loro in vista della prossima stagione nella quale saranno riconfermate in under 16 molte giocatrici. Ringrazio i due allenatori Anna Polenzani e Martina Gambino, che sono poi le due palleggiatrici della prima squadra. Hanno svolto un lavoro egregio con un gruppo molto numeroso, composto da ben 17 atlete. Faccio i complimenti alla squadra under 13 femminile che si è qualificata per gli ottavi di finale della coppa oro e a breve giocherà contro Perugia. È un gruppo che ci sta dando delle grosse soddisfazioni. Ci sono poi ragazze già pronte anche da un punto di vista atletico e fisicamente direi molto prestanti. L’allenatore è Mario Polenzani il quale sta cercando di dare una continuità al lavoro stagionale. C’è da dire che le ragazze vivono la palestra con entusiasmo, nessuna perde mai un allenamento e anche in questo caso disponiamo di una rosa numerosa composta da circa 16-17 ragazze. È un sintomo di forte attaccamento allo sport, alla società ed al gruppo. Gruppo eccezionale anche quello della squadra impegnata nel campionato under 12 misto con atlete anche più piccole da un punto di vista anagrafico rispetto alla categoria. Sono prime nel loro girone e manca solo un’ultima partita al termine del Trofeo Regione Umbria. Bene così, ci sono atlete che stanno crescendo e stanno migliorando giorno dopo giorno. Un plauso a coach Gaia Guerri, capitano della prima squadra, subentrata a Luca Petricci, costretto ad abbandonare l’incarico per motivi di lavoro. Gaia ha preso per mano la squadra e l’ha portata in cima alla classifica. Per ultimo ma non per ultimo, vorrei spendere due parole per il gruppo del minivolley perché sta crescendo in maniera esponenziale. Contiamo su quaranta elementi che vanno dalla prima alla quinta elementare di cui circa un 70% femmine ed un 30% maschi. E chissà che un giorno non molto lontano non porteremo a Trestina anche la pallavolo maschile. È un mio sogno e spero lo si possa realizzare con un lavoro certosino e di pazienza. Il 20 maggio vorrei ricordare che si svolgerà a Trestina il torneo minivolley S3, sarà un giorno di festa e di sport con oltre duecento bambini. Un plauso speciale alle allenatrici che sono Giulia Carletti e Sofia Paradisi, altre due giocatrici della prima squadra. Il merito è soprattutto loro se anche con i più piccoli ci stiamo togliendo delle belle soddisfazioni». E, dal prossimo fine settimana, c’è già un altro pezzo di storia da scrivere.
(fonte Trestina Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 2, 2018 10:00