Perugia batte Kedzierzyn-Kozle ed è bronzo europeo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 13, 2018 17:30
Anzani Simone (mura)

Sir Sicoma Colussi Perugia a muro cl centrale Simone Anzani (foto Michele Benda)

La finale di consolazione della champions league restituisce il sorriso alla Sir Sicoma Colussi Perugia che dopo aver visto infrangere i suoi sogni di gloria contro l’assoluta dominatrice della scena europea, si riscatta salendo sul podio. Arriva un successo in rimonta contro la Zaksa Kedzierzyn-Kozle che per due volte mette sotto i block-devils ma non riesce a schiacciarla e così l’infinità personalità degli uomini del presidente Sirci emerge alla distanza e prende il sopravvento. Ad incantare la platea è stato Atanasijevic, un concentrato di potenza, esplosività ed agonismo. L’avvio dei perugini è molto impreciso e coach Bernardi deve chiamare subito tempo (1-5). La situazione non migliora con l’attacco dei polacchi che scalfisce in continuazione grazie a Szymura (sei palle a terra nel set d’apertura) e non viene mai intercettato dal muro, anzi, peggiora con la ricezione che balbetta ed impedisce il recupero provocando altresì l’ulteriore scollamento (7-15). A suonare la riscossa è Russell che piazza il primo ace e poi Zaytsev trova qualche varco per ridurre le distanze (13-17). Con il servizio Zaksa fa altri danni e così i perugini sono costretti ad inserire Berger ma è solo un palliativo perché l’uno a zero avversario è inevitabile e giunge su errore di Atanasijevic dai nove metri. Alla ripresa gli umbri in maglia rossa partono meglio e grazie ad un preciso Russell conducono (8-5). Le distanze permangono con i rivali che sbagliano gran parte dei servizi ed Atanasijevic che si comincia a scaldare (15-12). La scossa data da Toniutti quasi riesce ad impattare ma Zaytsev (andrà cinque volte a segno) è in palla e ristabilisce il margine (19-16). L’aggancio però è nell’aria ed avviene sul 20-20, il sorpasso sul 22-23. Gli errori di Perugia propiziano due palle del raddoppio, entra Shaw che si trova a dover attaccare e rimette in asse (24-24). Ai vantaggi il muro di Zaytsev inverte e mette pressione favorendo il pareggio. Nel terzo set le cose si mettono nuovamente male con Deroo che fa vedere ottime cose a rete e fa prendere il largo ai suoi (9-16). I fondamentali della fase-punto non funzionano in alcuna maniera nel quadrato umbro e il divario permane (13-20). Berger rileva Zaytsev ma Kedzierzyn-Kozle non regala nulla e va sul due ad uno. Il quarto periodo parte bene con Atanasijevic che ha ancora energia (6-9). I polacchi non demordono e con un infinito Torres riescono a riallineare il punteggio (16-16). Si procede punto a punto sino in fondo ed è il muro di Podrascanin a rimandare il verdetto. Al tie-break la Sir scatta dai blocchi e va sul 7-3. L’entusiasmo crescente non permette di cambiare l’andatura e Perugia è di bronzo.
SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA – ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE = 3-2
(18-25, 29-27, 25-19, 25-23, 15-7)
PERUGIA: Atanasijevic 21, Russell 13, Anzani 11, Zaytsev 8, Podrascanin 7, De Cecco 2, Colaci (L), Shaw 1, Berger 1, Siirila, Ricci. N.E. – Della Lunga, Andric, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
KEDZIERZYN-KOZLE: Torres 22, Deroo 20, Szymura 17, Wisniewski 10, Bieniek 8, Toniutti, Zatorski (L1), Jungiewicz. N.E. – Buszek, Falaschi, Semeniuk, Maziarz, Zaplacki, Rejno, Bienkowski, Banach (L2). All. Andrea Gardini e Michal Chadala.
NOTE – Spettatori 2’000.
Durata dei set: 23’, 35’, 25’, 29’, 13’.
Arbitri – Susana Rodriguez (Jativa ESP) e Laszlo Adler (HUN).
SICOMA (b.s. 17, v. 1, muri 7, errori 10).
ZAKSA (b.s. 19, v. 6, muri 7, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 13, 2018 17:30