Antonio Leonardi carica il San Giustino

Carlo Forciniti
By Carlo Forciniti luglio 22, 2018 15:00

Cinque toscane, tre marchigiane, altrettante umbre, due emiliano-romagnole e una abruzzese: è questa la nuova geografia del girone C del campionato di Serie B1 femminile per la stagione agonistica 2018/2019. L’Emilia Romagna, che era la regione di… maggioranza, è rimasta solo con due portacolori (Emilbronzo 2000 Montale Rangone e Cesena Riv), mentre è salita la Toscana, divenuta la più rappresentata del lotto con una squadra persa e altre due guadagnate: alle confermate Videomusic Castelfranco di Sotto, Timenet Empoli e Blu Volley Quarrata si aggiungono due vecchie conoscenze di San Giustino, chiamate Montesport Montespertoli e Bionatura Nottolini Capannori, che hanno vinto i rispettivi gironi di B2. Più uno anche per le Marche: con la Ecoenergy 04 Lardini Moie e la Roana Macerata c’è anche la Conero Planet Ancona. La trasferta più lunga di quest’anno è in direzione sud: ad Altino, in provincia di Chieti, contro la Di Carlo spa. Sempre tre le umbre: Lucky Wind Trevi, San Giustino e, per una Perugia retrocessa (la School Volley), una neopromossa, la 3M Pallavolo, compagine che quattro anni fa in C si impose nella “bella” dei play-off proprio al PalaVolley e che si chiamava Promovideo Monteluce. Abbiamo chiesto un parere sul livello di questo raggruppamento al direttore sportivo biancazzurro, Antonio Leonardi e sul ruolo che potrà recitare il San Giustino: «Metto fra le favorite l’Altino – ha detto subito Leonardi – che in maggio è arrivato alla semifinale dei play-off contro il Sassuolo; ci sono poi le formazioni che lo scorso anno si sono piazzate davanti a noi, a cominciare da Macerata e Castelfranco di Sotto. Non solo: Montale Rangone si è appena rinforzato con l’ingaggio di Tai Aguero, Cesena ha cambiato ma sicuramente in positivo e Moie rimane sempre un ostico cliente. Poi, quasi inevitabilmente, esce sempre fuori un’outsider». E San Giustino? «Possiamo rientrare anche noi fra le formazioni di vertice, a patto di cambiare atteggiamento e personalità in trasferta. Il bilancio casalingo dello scorso anno è stato ottimo, ma altrettanto non può dirsi lontano dal nostro impianto». C’è però una novità rispetto alle stagioni passate: si riparte con lo stesso allenatore e con una “sostanziosa” fetta dell’organico che è rimasta, al contrario delle estati precedenti, quando la squadra veniva praticamente rifatta ex-novo. Un particolare di importanza non certo secondaria. «Così abbiamo voluto che fosse. Intanto, è la prosecuzione di un preciso progetto e poi impiegheremo un tempo minore per amalgamare un gruppo basato su un valido blocco di partenza e potenziato con i nuovi arrivi. L’obiettivo, lavorando sodo, è quello di salire il più possibile in classifica, poi vedremo», ha concluso Leonardi.

 

Commenti

comments

Carlo Forciniti
By Carlo Forciniti luglio 22, 2018 15:00