Italia-Serbia stasera è anche il duello tra Zaytsev-Atanasijevc

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 26, 2018 14:00
Zaytsev-Atanasijevic

Ivan Zaytsev ed Aleksandar Atanasijevic

Lo spoletino Ivan Zaytsev è il miglior realizzatore dei campionati mondiale rimasto in gara e lancia la sfida della nazionale italiana alla Serbia (stasera ore 21,15 in diretta televisiva su Rai 2): «Ci arriviamo con una sola sconfitta che è ininfluente, anche se personalmente l’ho digerita male, perché avrei voluto vincere pure quella. Però mi piaciuta la nostra capacità di reagire. Ora conta poco con chi vieni sorteggiato. Da due anni a questa parte il livello mondiale si è alzato e qui sono arrivate sei squadre che più o meno si equivalgono». Adesso bisogna pensare alla Serbia. « La Serbia l’abbiamo superata in nations league ma è una squadra che è cambiata tanto, è una formazione che si prepara bene per questi appuntamenti e soprattutto sono in fiducia. È una squadra che gioca molto bene. Non mollano mai e stanno andando benissimo, anche se la squadra più continua è stata quella statunitense. Dalla partita con la Serbia passa tanto per la qualificazione alle semifinali. Sarà banale ma bisogna giocare bene per vincere, esprimere un gioco concreto dal punto di vista tecnico e tattico. Sarà dura perché i serbi hanno un gioco diverso dalle altre squadre. Sicuramente Atanasijevic è il punto di riferimento, ma anche gli schiacciatori e i centrali possono esserlo». Fa un passo indietro il capitano azzurro e ricorda le dichiarazioni alla vigilia. «Avevo detto a Roma che tutte le strade portano a Torino e finalmente ci siamo». Di fronte, nello stesso ruolo di bomber, c’è Aleksandar Atanasijevic, per due anni suo compagno di squadra e con il quale ha condiviso la gioia delle vittorie con Perugia: «Nel nostro cammino che ci ha spinto fino a Torino abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Al tie-break con gli Usa, vinto con Francia e Russia, con la Polonia non c’eravamo con la testa. Ma soprattutto la vittoria con i russi è stata importante. Non sono imbattibili come poteva sembrare. Tutte e sei le squadre arrivate qui, quest’anno come mai prima, possono ambire al titoloSarà molto divertente. Con Zaytsev ho condiviso due stagioni importanti. Lui è un giocatore di alto livello e, tornato opposto sta dimostrando la sua forza. Sarà un grande piacere giocare contro di lui, ma ci sono anche Colaci e Anzani che nell’ultimo anno ci hanno fatto fare un bel salto di qualità». I padroni di casa potranno contare sulla spinta del pubblico, il Pala-Alpitour sarà tutto esaurito con 15’000 persone a tifare Italia. «Siamo due squadre che si conoscono bene, molti di noi militano o hanno giocato in superlega. Non ci sono segreti, ma quello che mi impressiona di più degli azzurri è il pubblico. Ho visto le partite delle prime due fasi e devo dire che è notevole».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 26, 2018 14:00