Perugia, ci vogliono 120 giorni per migliorare il palasport

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 24, 2018 16:30
Perugia presenta il progetto palasport

Giono Sirci presenta insieme ad Rpa il progetto per il palasport di Perugia

Per presentare alla stampa il progetto di ampliamento del Pala-Barton si è tenuta oggi la conferenza stampa voluta dalla Sir Safety Conad Perugia. A sottolineare l’importanza e la necessità del riammodernamento del principale impianto sportivo cittadino e regionale è stato il presidente Gino Sirci che ha esordito dicendo: «Ci sono tante aziende che tengono alta l’economia umbra e che sono pronte a sostenere con una parte dei loro proventi un team vincente che è quello della pallavolo maschile. Durate l’estate invece c’è stata una società come la Rpa che non ha fatto le ferie ma ha lavorato per ultimare il progetto esecutivo per ampliare il palasport e lo ha donato alla città gratuitamente. Per poter far trionfare Perugia c’è bisogno di tutti, sarebbe un peccato che questa grande città non possa offrire uno spettacolo di alto livello in un palcoscenico altrettanto importante. Ho parlato col sindaco Romizi un mese fa, credo negli amministratori e credo che si possano disputare i prossimi play-off ad aprile in un impianto adeguato. Se così non fosse non potremo disputarli qui perché non sarebbe un bel biglietto da visita. Avere una capienza di cinquemila spettatori consentirebbe a Perugia di ospitare le finali di coppa Italia, di ospitare la nazionale o di ospitare una qualsiasi altra manifestazione di alto livello, in questa maniera si dimostrerebbe che la città riesce ad essere importante. Spero che gli amministratori locali non perdano l’occasione per fare in tempi rapidi i lavori che servono per apportare alla struttura le migliorie che servono. Dopo 45 giorni dall’accordo con il Comune di Perugia ci presentiamo con un programma dettagliato. La volontà politica c’è ora la necessità è di trovare le risorse finanziare ma è stato garantito che saranno trovate in cooperazione tra Regione Umbria e Comune di Perugia». Alla conferenza stampa era presente una nutrita rappresentanza della Rpa, azienda che ha elaborato il progetto e che è diretta dagli ingegneri Marco Rasimelli e Dino Bonadies, personaggi conosciuti nel mondo delle schiacciate. La parola è passata poi all’architetto Maurizio Cirimbilli che ha illustrato nei dettagli il prospetto proiettando delle diapositive: «Quello che illustriamo è un adeguamento delle gradinate e della sicurezza. Attualmente sono 3’976 i posti a sedere e dopo la configurazione diventeranno 5’056. Con il superamento dei quattromila posti si è reso necessario l’aumento delle uscite di sicurezza, sei in più rispetto a quelle esistenti. Per realizzare gli spicchi delle gradinate abbiamo previsto anche delle vie di fuga in più per eventuali situazioni di pericolo. Il tema è stato delicato perché gli spazi a terra esistenti dovevano essere salvaguardati ma ci siamo riusciti. È previsto un impianto di videosorveglianza che potrà controllare all’interno e anche le aree all’esterno come i parcheggi. In totale diciotto telecamere per valutare in tempo reale che cosa accade al di dentro e al di fuori dell’impianto. La cantierizzazione sarà importante perché dovrà impattare il meno possibile con le attività per consentire di portare avanti sia quella sportiva che quella lavorativa. Le opere potrebbero essere svolte in tempi molto brevi e senza implicare problemi. Per dare un’idea l’intero progetto potrebbe essere completato nell’arco di 120 giorni. Ora ci sono residui 150’000 euro a disposizione, da gennaio 2019 ci saranno altri 350’000 euro che si sbloccheranno. Il costo complessivo dell’opera è 1’200’000 euro, stima elaborata tenendo conto del preziario regionale, in corso di appalto potrebbe esserci anche qualche ribasso. Il progetto sarà portato avanti a pacchetti per non superare il milione di euro così da poter viaggiare in maniera più spedita».
https://www.youtube.com/watch?v=TK-n1wdSLwc

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 24, 2018 16:30