Le voci di Perugia dopo la prima affermazione in superlega

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 15, 2018 12:15
Sir Safety Conad Perugia (vittoria)

gli atleti della Sir Safety Conad Perugia posano per la foto dei festeggiamenti della vittoria (foto Michele Benda)

Dopo la tensione della vigilia per le sconfitte rimediate nella supercoppa italiana con Trento e Civitanova Marche, ed in amichevole con Siena, c’è stato l’atteso riscatto della Sir Safety Conad Perugia. Davanti al proprio pubblico i block-devils non hanno sbagliato approccio e, malgrado qualche patimento nel terzo set, hanno fatto un sol boccone della malcapitata Latina. Nessun pienone per la prima giornata di campionato ma la coreografia sugli spalti è stata degna dell’evento con i Sirmaniaci che in circa seicento hanno sostenuto e spinto la propria squadra. Il capitano Luciano De Cecco è apparso come sempre molto lucido: «Abbiamo giocato a pallavolo in tutti i fondamentali, siamo stati squadra. Non c’è bisogno di dire che dobbiamo crescere, lo sappiamo ma è anche vero che contro di noi tutti cercheranno sempre di dare il massimo per metterci in difficoltà. Andiamo avanti partita dopo partita, la concentrazione deve rimanere sempre alta in allenamento e con il tempo la nostra qualità emergerà, fortunatamente la stagione è lunga». Non ha perso il suo sorriso ed il suo buonumore Aleksandar Atanasijevic che ha detto: «Non siamo ancora al massimo ma la vittoria è importante, abbiamo dimostrato miglioramenti rispetto ai giorni scorsi. È normale che dobbiamo migliorare così come è logico che la mia intesa con De Cecco sia migliore che con altri, d’altra parte sono quattro anni che giochiamo insieme e so esattamente quando mi alzerà. In battuta lascio volentieri i riflettori a Leòn, se lui fa quelle serie terrificanti dai nove metri sarà tutto più facile per tutti noi. È un ottima persona, un professionista vero che vuole sempre imparare. Abbiamo ancora ampi margini di miglioramento perché lui ed i nuovi acquisti hanno ancora bisogno di tempo per esprimersi al massimo. Ora archiviamo questa vittoria, sabato prossimo ci aspetta una sfida difficile a Verona». Nonostante le numerose vittorie conseguite in carriera il libero Massimo Colaci sente la responsabilità della maglia che indossa: «Un passo alla volta andiamo avanti. Volevamo vincere tre a zero e ci siamo riusciti, qualche problema nel terzo set può starci, ci sono in campo anche gli avversari, ma prendiamoci questi tre punti intanto e guardiamo avanti. Stiamo lavorando molto sulla fase di cambio palla. Sono tanti gli aspetti da curare ma da qualche parte bisogna partire, ciò che è certo è che vogliamo raggiungere uno qualità elevata. La maglia che portiamo ha un tricolore stampato e personalmente cercherò di onorarla in ogni modo».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 15, 2018 12:15