Luigi Dominici: «Fipav Umbria 2 operativa e vicina alle società»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 8, 2018 17:00
Dominici Luigi

Luigi Dominici

In seguito all’articolo di dimisioni di due consiglieri del Comitato Territoriale Umbria 2 apparso in questa testata giornalistica, il presidente federale Luigi Dominici ha tenuto a precisare con una lettera alcuni punti.
Bisogna fare attenzione nell’analizzare la vicenda poiché le due dimissioni sono reali (e ci mancherebbe) ma non sono legate una all’altra se non temporalmente conseguenziali (prima Gerenich e il giorno dopo Ubaldi). E soprattutto hanno motivazioni radicalmente diverse. Marco Gerenich si è dimesso a seguito di una vicenda tutta orvietana che ha contrapposto le quattro società che operano nella città del Duomo. Lui che è una persona serissima a fronte di una possibile strumentalizzazione ha preferito lasciare il ruolo di consiglere del comitato territoriale, essendo particolarmente impegnato con la sua società. Marco Ubaldi si è dimesso il giorno successivo ma covava tale mossa da fine maggio – inizio giugno, quando la sua società annunciò allenamenti mirati ad una selezione di ragazze e ragazzi tesserati e non “per costruire – è scritto nel volantino – una squadra vincente”. Iniziativa che fece imbestialire tutte le società del ternano e che ho giudicato inopportuna, pur essendo formalmente corretta. Seguirono le dimissioni dell’allenatore della rappresentativa (tra l’altro tesserato con la società di Ubaldi) e ci fu anche una riunione in comitato dove si usarono toni alti, conclusa con la dichiarazione di Ubaldi che, “profondamente deluso per l’atteggiamento del comitato” annunciava di pensare alle dimissioni. Passati tre mesi, arrivate le dimissioni di Gerenich, in un tempismo perfetto sono arrivate anche le sue. “Mi è doveroso sottolineare il totale disaccordo con la linea adottata dal presidente riguardo i principali punti del programma”. A questo, il presidente Dominici ha replicato citando i vari punti, mantenimento della sede a Terni: realizzato; assemblee con le società almeno due volte l’anno: realizzato; incontri con le amministrazioni locali dove esistono maggiori criticità: realizzato; attività del minivolley con ben quindici tappe nel ternano: realizzato; incentivazioni corsi per allievi allenatori, primo grado e smart coach a Terni: realizzato; riorganizzazione del settore arbitrale che ha portato ad incrementare il numero: realizzato; corsi di segnapunti e arbitri di società a Terni e a Orvieto: realizzato; riorganizzazione del centro di qualificazione territoriale Umbria 2 in collaborazione con Umbria 1 (e con pieno impegno anche di Ubaldi): realizzato; supporto alle società e organizzazione dei campionati di categoria con ben 420 medaglie consegnate: realizzato; ultimo motivo di un programma non condiviso è stato per l’attività di ‘Eccellenza’ che avrebbe leso gli interessi di molte società. «Per me eccellenza e qualità sono semplici parole se non accompagnate da umiltà e rispetto nei confronti di tutte le società». Un’ultima osservazione, è vero che c’è un consigliere eletto che non è mai stato presente ma perché per motivi di lavoro gira l’Italia e per averlo presente si sarebbe dovuto condizionare le date delle riunioni, ma comunque sempre in contatto con il presidente; come per motivi di lavoro di ognuno di noi abbiamo concordato le date delle stesse. È vero che c’è un primo dei non eletti ma vanno ricordate due cose la prime è che tra la prima lettura delle schede e la successiva verifica, il primo dei non eletti era il consigliere Ubaldi, entrato poi per un punto o due, seconda e che non è stato votato dalle società ternane: chi sa perché!
lettera firmata Luigi Dominici

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 8, 2018 17:00