Umbertide cede nel posticipo di Tavernelle

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 31, 2018 08:30
Uisp Umbertide (schierata)

le giocatrici dela Uisp Umbertide di serie D femminile schierate in campo prima del fischio d’inizio

La Uisp Umbertide è costretta a capitolare nel posticipo della terza giornata di serie D femminile sul campo della Delfino Tavernelle. A volte il buon lavoro dal punto di vista fisico deve fare i conti anche con la sfortuna, o meglio con l’infermeria. Ai blocchi di partenza le ospiti devono a rinunciare all’opposta Beatrice Leveque, vittima di un risentimento muscolare, mentre la schiacciatrice Matilde Ercolani, pur in campo, non è al meglio della condizione. Ma a fronte di un’assenza che nel corso di una stagione ci può stare e di qualche elemento costretto a stringere i denti per dare il suo contributo, c’è un arrivo di assoluto livello. Si tratta della schiacciatrice Benedetta Cruciani, pallavolisticamente nata a Pierantonio e cresciuta ad Umbertide. Un’atleta che ha militato anche nelle categorie superiori, fino a quella cadetta, e che oggi nonostante un periodo di assenza dalle palestre e dai palazzetti, può veramente dire la sua. In questi casi, poi, è necessario fare di necessità virtù, e Benedetta Cruciani viene schierata in diagonale con la regista Martina Ubaldi. Sul versante ricezione la libero è Agnese Girelli, schierata sino a lunedì con la maglia normale. In avvio le padrone di casa difendono tutto, dall’altra parte della rete la ricezione funziona ma non consente di raccogliere i punti sperati (22-15). Una fiammata d’orgoglio con Palazzetti in battuta riduce il gap (23-21), ma l’uno a zero è per le locali. Invertiti i campi le situazioni di gioco si ribaltano, il muro ospite sale in cattedra e costringe le rivali all’errore. Rometti dai nove metri crea scompiglio (15-20). Nel finale Fiorucci palleggia ed Ubaldi nell’inedita veste di opposto riescono a pareggiare i conti ai vantaggi. Nel terzo set le formazioni sono a stretto contatto (18-17). Un calo fisico porta le padrone di casa ad imporsi e poi a chiudere i conti nella quarta frazione. Senza ombra di dubbio quella disputata a Tavernelle è stata la partita più impegnativa, con qualche piccola conferma e qualche interrogativo. L’allenatrice Rosi ha dimostrato coraggio e convinzione nelle sue scelte, tanto che tutte trovano spazio come ad esempio Chiara Sarnari e Martina Giulietti. La sconfitta non può non bruciare, ma le ricette per guarire ustioni non sono certo irrimediabili.
DELFINO TAVERNELLE – UISP UMBERTIDE = 3-1
(25-21; 25-27; 25-19; 25-19)
TAVERNELLE: Bartoccioni, Barbolini, Bellavia, Ceccarelli, Gioia, Mencaccini, Natalizi, Orecchini, Tordo, Vitali, Migliarini (L1), Manerini (L2).  All. Renzo Malincarne.
UMBERTIDE: Cruciani 14, Polidori 11, Palazzetti 11, Ercolani 7, Moretti 7, Ubaldi 5, Girelli (L1), Rometti 1, Fiorucci, Sarnari, Giulietti A. (L2). N.E. – Beacci. All. Maddalena Rosi.
Arbitro: Paolo Pocceschi.
(fonte Uisp Umbertide)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 31, 2018 08:30