Aleksandar Atanasijevic: «Perugia brava a non mollare mai»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 22, 2018 10:00
Sir Colussi Sicoma Perugia (inizio)

gli atleti della Sir Colussi Sicoma Perugia in campo per la gara di champions league maschile (foto Michele Benda)

Scaricata l’adrenalina in champions league, la Sir Colussi Sicoma Perugia cerca di recuperare le necessarie energie psico-fisiche per affrontare la prossima gara di superlega maschile in programma domenica. I block-devils saranno ancora impegnati tra le mura amiche contro quella che può essere ritenuta una sorta di rivelazione, una Monza che occupa la quinta piazza della classifica. Poco riposo per gli atleti del presidente Gino Sirci che sono stati bravi a vincere nel turno infrasettimanale per tre a zero. Non è stato semplice battere una Mosca fortemente stimolata dal confronto con i campioni d’Italia, in tutti e tre i set c’è stato da faticare e da tirare fuori dal cilindro delle giocate di classe. Ci hanno pensato Atanasijevic e Leòn a ricacciare indietro l’assalto degli stranieri, stavolta non al servizio ma rispettivamente in attacco e a muro. Buone notizie per il tecnico Lorenzo Bernardi che prende come ottimo il risultato: «È importante vincere anche soffrendo anche se penso che non abbiamo fatto la nostra miglior prestazione ed abbiamo fatto troppi errori. Ad un certo punto nel secondo set avevano 13 punti e nove glieli avevamo regalati noi. Questa è l’Europa, queste sono le squadre di alto livello, un tre a zero importantissimo perché Mosca è una diretta concorrente nostra e lotta per vincere il girone, andremo da loro dopo l’eventuale final-four di coppa Italia ed è un vantaggio non da poco. Dobbiamo recuperare le energie fisiche ma anche mentali, sapevamo che avevano battitori importanti ma ripeto, abbiamo fatto noi troppi errori in questa occasione. L’assenza di Berger si fa sentire, avendo un battitore in salto in meno ci alleniamo meno dello scorso anno in questa situazione. Dobbiamo evitare le pause che si presentano spesso con le squadre di medio livello, dobbiamo avere l’istinto killer, dobbiamo essere predisposti ad eliminare i piccoli grandi difetti che abbiamo. Vincere fa tornare in palestra sereni ed è importante perché domenica non sarà facile». Vuole vedere come suo costume il bicchiere mezzo pieno il libero Aleksandar Atanasijevic che la vede così: «Nel secondo e terzo set eravamo anche sotto, la nostra bravura è stata quelle di rimanere sempre attaccati a loro e giocando così vinceremo anche altre partite. Non possiamo mai rilassarci, se non siamo al cento per cento possiamo andare sotto e dopo diventa difficile recuperare. Rispetto alla squadra di tre anni che perse nella fase dei play-off con Mosca al golden set siamo rimasti solo io e De Cecco ma tutti gli altri sono cambiati e sinceramente non abbiamo pensato ad una vendetta sportiva, però quando scendiamo in campo pensiamo che vogliamo vincere». Sintetico il centrale Marko Podrascanin che ha detto: «Era una partita molto importante perché Mosca è una squadra davvero forte ed è stato fondamentale portare a casa la vittoria». A fine gara è apparso soddisfatto anche il presidente Gino Sirci: «I russi si sono rivelati forti, mi hanno impressionato dal punto di vista fisico. Siamo stati bravi a resistere in ricezione nonostante battessero forte. Hanno dei giocatori bravi come Berezhko, Grankin e Kooy, ma noi siamo stati superiori e parte del merito è anche del nostro pubblico. Sono soddisfatto di questa prestazione».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 22, 2018 10:00