Alessandro Piccinelli: «Con Perugia grandi emozioni»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 2, 2018 08:30
Piccinelli Alessandro (riceve)

Sir Safety Conad Perugia in ricezione con il libero Alessandro Piccinelli (foto Michele Benda)

Nessuno può fermare la Sir Safety Conad Perugia. Il poker di vittorie che i block-devils hanno calato vale con pieno merito la prima piazza della classifica. Segnale di grande forza nella superlega, un segnale che di certo in pochi si sarebbero aspettati di vedere a soli venti giorni dalla disfatta della supercoppa italiana. Invece la trasformazione in parte c’è già stata, in quattro partite i bianconeri hanno lasciato per strada solo un set. Il confronto con Civitanova Marche, che era capolista del campionato, ha evidenziato una grande solidità, volendo indicare con essa l’aggressività, la concretezza e la lucidità. Gli onori della ribalta vanno stavolta al libero Alessandro Piccinelli che ha detto: «L’emozione di questa partita non è stata facile da gestire, ho esordito contro una squadra tosta ma siamo rimasti uniti ed ho sentito il supporto dei compagni che mi ha aiutato a rimanere concentrato. Siamo stati bravi ad entrare con la testa giusta nella gara, sapevamo che era molto difficile ma abbiamo battuto bene, magari potevamo fare qualcosa di più in difesa, parlo soprattutto per me. Siamo rimasti sempre lì attaccati al gioco, sono molto contento del risultato».  Gli umbri sono la nuova lepre, alle loro spalle Modena che ha scavalcato i marchigiani raggiunti ora da Trento, staccati rispettivamente di una e tre lunghezze. Il capitano Luciano De Cecco la pensa così: «Sicuramente queste partite non si lasciano nulla al caso, dispiace molto per le assenze di Colaci e Hoogendoorn, in queste partite serve il contributo di tutti e credo che siamo stati bravi mettendoci qualcosa in più e penso che ci è andata anche bene. Abbiamo difeso tanto e siamo stati bravi nei momenti delicati a gestire la gara realizzando tanti punti difficili con belle giocate che magari sono scontate ma le abbiamo chiuse. Abbiamo due elementi che riescono a rendere le cose difficili un po’ più facili». Il cammino è più che positivo sino a questo momento, specialmente in virtù dei due test difficili affrontati. Rimane concentrato Wilfredo Leòn che afferma: «Stiamo lavorando usando molto la testa. Pensiamo sempre all’azione successiva. Abbiamo fatto una gran partita che magari nessuno se l’aspettava, è il risultato dell’allenamento. Gli ultimi due esami difficili sono stati superati dimostrando tanta forza, ancora possiamo migliorare e continuiamo a lavorare duro. I nostri tifosi sono stati straordinari, hanno giocato loro in campo. Sappiamo che sono stati delusi da noi in supercoppa ma ora vogliano ripagarli». È sempre una partita particolare per un ex di turno come il centrale Marko Podrascanin che ha detto: «Sono molto contento di aver potato via tre punti da un campo molto difficile. Come avevamo promesso dopo la supercoppa, stiamo migliorando sempre di più il nostro gioco, è stata una grandissima prestazione del primo all’ultimo punto, abbiamo dimostrato di essere una squadra forte e di altissimo livello. Continuiamo così e diamo soddisfazione ai nostri bellissimi tifosi. Complimenti a Piccinelli che è stato molto bravo. Lo avevamo caricato a dovere ed ha fatto una grande partita. È giusto festeggiare ma bisogna subito pensare a Siena». Non vuole cedere alle emozioni del momento il tecnico Lorenzo Bernardi che cerca di spegnere i facili entusiasmi: «Io non cambio idea. Tranquillità, equilibrio, fiducia e tanto lavoro sono gli unici ingredienti che possono permetterci di migliorare. Oggi abbiamo ottenuta una vittoria importante, contro la squadra più forte della super lega. Da domani testa a Siena perché siamo solo alla quarta giornata di andata».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 2, 2018 08:30