Gino Sirci: «A Perugia numeri in crescita»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 28, 2018 15:00
Sirci Gino

Gino Sirci (foto Michele Benda)

Obiettivo riscatto, concentrazione massima. Sono queste le due motivazioni della Sir Safety Conad Perugia che domenica prossima tornerà a giocare davanti al suo pubblico per la terza volta consecutiva. Nella decima giornata di superlega maschile sarà ospite Ravenna, altra pericolosa outsider che si sta mettendo in luce, quinta in classifica appena dietro le quattro grandi e pertanto formazione da cui guardarsi bene. Il bilancio dei precedenti è nettamente a favore dei block-devils che hanno vinto quattordici volte sui diciassette scontri diretti, ma se due vittorie romagnole risalgono ad otto stagioni fa e sono relative alla serie A2, la terza è recentissima, nei play-off scudetto dello scorso anno. I ravennati hanno insomma sfatato il tabù nella massima categoria e ciò consiglia ancor di più la massima prudenza. Tutto lascia presagire che per il tecnico Lorenzo Bernardi non ci sarà bisogno di ricordarlo, la battuta d’arresto patita nell’ultimo turno con Monza ha reso ancor più consapevoli i giocatori che non bastano i grandi campioni per superare gli ostacoli. Sarà una squadra bianconera arrabbiata quella che tornerà in campo, desiderosa di cancellare la prestazione altalenante per tornare a correre. Cullarsi sugli allori può essere pericoloso, ma il vantaggio sulle più dirette inseguitrici (Civitanova Marche, Modena e Trento) rimane consistente. Esattamente un anno fa, nella stessa identica situazione, ossia dopo la prima sconfitta di campionato che seguiva otto affermazioni consecutive, gli umbri erano sempre primi, ma con un punto in meno in classifica e condividendo la vetta con i rivali marchigiani, alle loro calcagna distanziata di una sola lunghezza c’erano i nemici emiliani. Questa considerazione lascia spazio all’ottimismo perché significa che c’è ancor più concretezza che non nel recente passato da parte degli uomini del presidente Gino Sirci che dice: «Possiamo essere solo contenti della posizione di classifica importante che abbiamo. Significa che i nostri investimenti stanno rendendo bene. Al di là della partita di domenica, giocata diciamo in maniera spensierata, la squadra sta andando forte come ci aspettavamo. Gli sponsor sono contenti e ci stanno cercando, il nostro club è un veicolo pubblicitario interessante per le aziende. Abbiamo incrementato del 16% la raccolta pubblicitaria, ci serviva perché le spese sono aumentate. Gli imprenditori ci vengono dietro perché vedono che facciamo le cose per bene. Anche a livello di spettatori c’è di che essere soddisfatti, sfioriamo i tremila abbonati e ciò è un gradissimo risultato. Mercoledì scorso abbiamo visto che il palasport era pieno, fa piacere perché non è così scontato come può accadere nelle giornate di domenica. Credo che la pallavolo stia facendo progressi, non possiamo fare paragoni con il calcio ma nessuna società di quel mondo si regge sugli sponsor, solo sui diritti televisivi e sulle sovvenzioni statali. Se ciò accade nel volley è perché la nostra disciplina riesce a coinvolgere le masse in quanto è un gioco bello da vedere e simpatico, si è meno noti ma molto stimati ed apprezzati». Nel frattempo la situazione dello schiacciatore Alexander Berger ha preso una piega, se prima si pensava di poterlo recuperare entro la fine dell’anno, adesso la sensazione è che avrà ancora da fare parecchio per ritornare in campo, le ultime voci di corridoio dicono che le previsioni sono di rivederlo giocare per i play-off, prima non è pensabile. Per tappare questo buco che priva di una carta la squadra e crea qualche difficoltà sulla gestione degli allenamenti, si stanno provando alcuni atleti, l’ultimo dei quali è il montenegrino Marko Vukasinovic che si allenerebbe con la squadra in questi giorni. Un profilo interessante anche se è improbabile che venga tesserato.

Vukasinovic Marko

Marko Vukasinovic

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 28, 2018 15:00