Perugia pecca ed è condannata da Monza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 25, 2018 21:00
Galassi Gianluca (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con il centrale Gianluca Galassi (foto Michele Benda)

Nella Divina Commedia ci sono nove cerchi infernali e la Sir Safety Conad Perugia dopo averne superati otto ostentando grande sicurezza si è fermata sul nono. A fargli scontare la pena è la Vero Volley Monza che ne ha superati cinque compreso quello degli iracondi. Più che azzuffarsi fra loro, come descriveva Dante, i brianzoli hanno scatenato la loro ira con Plotnytskyi che ha ripetutamente punito i rivali. A fare la differenza è stato soprattutto l’atteggiamento mentale, aspetto dove i block-devils stavolta sono stati approssimativi, e senza la giusta aggressività si è visto il risultato a muro dove stavolta è stato raccolto un magro bottino. Gli ospiti sono stati bravi a non mostrare timori reverenziali ma a livello tecnico hanno mostrato di valere più della loro classifica. Da sottolineare il trattamento di riguardo che i tifosi perugini hanno riservato agli ex Beretta e Buti che hanno lasciato un buon ricordo in Umbria. Al fischio con Galassi al posto di Ricci, la partita ha preso una piega decisa per i padroni di casa che hanno mostrato un Leòn scatenato (6-3). Ci prova a rialzare la testa Plotnytskyi che va a segno in diverse occasioni ma il muro perugino funziona bene e scava il solco (20-13). Il margine è gestito e a chiudere è un ace di Atanasijevic. Invertiti i campi sono i brianzoli a farsi vedere con Yosifov ed Orduna che spingono sul 4-10. Nel momento più difficile la coppia Atanasijevic-Leòn si carica di responsabilità e recupera molto del distacco (14-16). Per quanto si sforzino i bianconeri non riescono a riprendere i fuggitivi (19-21). Leòn fa ancora ace ma sul 23-24 tocca al nuovo entrato Della Lunga provarci e la sua battuta va in rete, decretando il pareggio. Nel terzo frangente si avanza spalla a spalla (7-7). Sale in cattedra Perugia sul turno di battuta di Podrascanin (11-8). I dieci errori dei monzesi risultano letali per le loro possibilità di recupero e Perugia va di nuovo in vantaggio con un ace di Leòn. Il quarto periodo è tutto ad inseguire con Beretta capace di toccare tanti palloni a muro e Plotnytskyi immarcabile in attacco (11-16). Stavolta i tentativi di rientrare non riescono ed il verdetto è rimandato. Al tie-break, il primo della stagione per i perugini, è grande tensione, la regia di De Cecco è lucida ma il piccolo break iniziale viene annullato e c’è il sorpasso col muro di Dzavoronok e l’ace di Plotnytskyi che spingono sul 9-12. È l’errore di Leòn, evanescente nel finale, che fa esplodere la gioia altrui.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – VERO VOLLEY MONZA = 2-3
(25-17, 23-25, 25-17, 20-25, 13-15)
PERUGIA: Leòn 20, Atanasijevic 17, Lanza 12, Galassi 8, Podrascanin 8, De Cecco 1, Colaci (L), Piccinelli, Della Lunga, Seif. N.E. – Hoogendoorn, Ricci. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
MONZA: Plotnytskyi 18, Dzavoronok 15, Beretta 12, Ghafour 12, Yosifov 5, Orduna 3, Rizzo (L), Giannotti, Botto, Calligaro, Galliani. N.E. – Arasomwan, Buti. All. Fabio Soli e Luigi Parisi.
NOTE – Spettatori 3’265.
Durata dei set: 24’, 33’, 27’, 27’, 21’.
Arbitri – Dominga Lot (TV) e Giorgio Gnani (FE).
SIR (b.s. 23, v. 13, muri 6, errori 12).
VERO (b.s. 31, v. 7, muri 9, errori 9).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 25, 2018 21:00