Un Perugia senza battuta mette al muro Mosca

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 21, 2018 22:30
Leòn Wilfredo (attacca)

Sir Colussi Sicoma Perugia in attacco con lo schiacciatore Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

Quasi tutto facile per la Sir Colussi Sicoma Perugia che ha tremato per due set e mezzo prima di sciogliersi ed andare a vincere nel debutto infrasettimanale di champions league. I block-devils sono riusciti ad arginare l’impeto della pericolosa Dinamo Mosca senza avere stavolta il conforto della battuta, ma del muro e dell’attacco sì. Una priva vendetta sui russi che erano stati responsabili di una cocente eliminazione tre stagioni fa, di quella squadra sono rimasti Berezhko, Grankin, Kruglov e Shcherbinin, ma i bianconeri sono di ben altra pasta rispetto ad allora. Gli stranieri sono scesi in campo con qualche novità tra i titolari rispetto alle attese, affidando la maglia di libero a Chanchikov. Nessuna variazione di assetto, né di aggressività, per i padroni di casa che con la battuta di Atanasijevic e Leòn creano il primo solco (12-6). L’attacco gira a meraviglia ed i tentativi di rimonta sono arginati (18-12). Non avendo limiti di regolamento Bernardi utilizza anche Hoogendoorn ma nel finale i suoi subiscono l’accorciamento delle distanze sul buon turno di Kooy al servizio (24-23). Il suo errore però segna lo scampato pericolo. Alla ripresa i perugini tentano la fuga ma tre lunghezze di vantaggio non bastano e gli ospiti rovesciano (8-9). Viene ingaggiata una battaglia gomito a gomito con i russi che grazie a Berezhko restano avanti di un break sino a che un ace di Ricci rimette in asse (22-22). Si arriva ai vantaggi dove decisivo è Leòn (nove palle a terra col 78% di efficienza offensiva) che chiude l’attacco del due a zero. Nel terzo frangente sono i moscoviti a fare l’andatura con il solito Kooy che è ispirato e iene chiamato in causa ripetutamente da Grankin (13-16). La foza di Perugia è la mentalità che riesce ad essere sempre quella vincente e anche stavolta il recupero si manifesta con un Atanasijevic stellare (otto colpi vincenti) che recupera e sorpassa (21-20). La chiusura è di Leòn, stavolta a muro.
SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – DINAMO MOSCA = 3-0
(25-23, 27-25, 25-21)
PERUGIA: Atanasijevic 18, Leòn 18, Lanza 5, Podrascanin 5, Ricci 4, De Cecco, Colaci (L1), Hoogendoorn, Della Lunga, Seif, Piccinelli. N.E. – Galassi. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
MOSCA: Kooy 19, Kruglov 8, Berezhko 7, Vlasov 3, Shcherbinin 3, Grankin 3, Chanchikov (L1), Ostapenko, Kovalev, Bezrukov. N.E. – Markin, Eremin (L2). All. Boris Kolchin e Iurii Lisitskii.
Note – Spettatori 3’256.
Durata dei set: 28’, 31’, 27’.
Arbitri – Lucian Vasile Nastase (ROU) e Roy Goren (ISR).
COLUSSI (b.s. 16, v. 3, muri 8, errori 10).
DINAMO (b.s. 19, v. 6, muri 5, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 21, 2018 22:30