A Nocera Umbra la palestra è una questione irrisolta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 16, 2019 08:00
Nocera Umbra (palasport) esterno

una visuale esterna del palasport di Nocera Umbra

C’è una partita importante che si gioca a Nocera Umbra, da ormai troppo tempo il palazzetto dello sport è ostaggio della propria inefficienza energetica e strutturale che durante l’inverno lo rende inutilizzabile. Tanto che la squadra di pallavolo nell’ultima giornata è stata costretta a doversi trasferire in fretta e furia nella palestra di Valtopina per disputare una partita di serie D femminile, affrontando anche qui temperature polari in campo, senza termosifoni negli spogliatoi e senza acqua calda. Il club rossoblu ha manifestato il suo disappunto nelle sedi appropriate e si chiede per quanto tempo ancora dovranno subire questa situazione le sue atlete. Ad onor del vero il problema riguarda tutte attività che per svolgersi hanno bisogno di una struttura al coperto. L’amministrazione comunale è a conoscenza del problema ma sono anni che non viene preso un provvedimento ed ogni anno, nei mesi freddi, i problemi sono gli stessi. Sono circa centocinquanta i giovani che popolano gli spazi dell’impianto sportivo ed andrebbero tutelati. In passato si è tentato di ovviare con qualche tanica di gasolio e gentili contributi di tasca propria di alcuni volenterosi ma ciò è stato sufficiente per qualche giorno o settimana, poi si è tornati alla realtà. L’inefficienza delle strutture pubbliche è una questione all’ordine del giorno in diverse altre località umbre ed italiane, ma non era mai successo prima che fosse impossibile utilizzare il proprio impianto per una gara ufficiale prevista dal calendario. Ciò che le associazioni sportive nocerine chiedono è più che lecito, trovare i fondi per il normale funzionamento e per effettuare l’ordinaria manutenzione della struttura, anche perché gli spazi a loro concessi non sono gratuiti, ma vengono pagati in base ai listini vigenti. Oggigiorno fare sport non dovrebbe essere un lusso, bensì un dovere, chi promuove un corretto stile di vita dovrebbe essere sostenuto perché combatte le malattie derivanti dalla sedentarietà ed insegna a rispettare le regole, ma evita anche che i praticanti siano portati su cattive strade. Insomma, il valore educativo di chi costituisce il futuro della nostra collettività non può essere barattato con un risparmio di risorse perché la storia poi insegna che i costi potrebbero essere ben superiori. A Nocera Umbra ci si continua ad allenare al freddo… mentre si attendono risposte concrete.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 16, 2019 08:00