Aleksandar Atanasijevic: «Perugia non può più sbagliare».

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 18, 2019 16:30
Atanasijevic Aleksandar

Aleksandar Atanasijevic (foto Michele Benda)

Nella tradizionale conferenza stampa del venerdì organizzata dalla Sir Safety Conad Perugia si è parlato del momento dei block-devils. Il microfono è stato dato all’opposto Aleksandar Atanasijevic: «A Siena sarà una partita molto importante, dopo la sconfitta di Trento non possiamo sbagliare. Come abbiamo sempre ripetuto le stagioni regolari si vincono contro le squadre minori, anche se non ritengo che quella toscana abbia una classifica veritiera e poi hanno appena acquistato due rinforzi, contiamo sui nostri tifosi che saranno tantissimi. All’andata abbiamo vinto tre ad uno ma ci hanno messo in difficoltà e mi aspetto una partita molto difficile. Quest’anno abbiamo dimostrato di saper giocare bene le partite contro avversarie forti, ne abbiamo vinte quattro su cinque, dobbiamo migliorare come concentrazione contro quelle rivali che sulla carta sono inferiori e con cui abbiamo perso tanti punti. Sapere che siamo forti in battuta ci dà consapevolezza, è un fondamentale su cui continuiamo ad insistere perché ci dà molti risultati. Penso che stiamo crescendo a muro ed in difesa, che all’inizio della stagione non erano così forti come sono ora, ci alleniamo molto per questo. Non è facile giocare sempre bene, l’importante è che la squadra poi riesca a vincere e compensare le eventuali cattive giornate di alcuni, come è successo a me contro Civitanova Marche con cui abbiamo vinto. In ricezione i miei compagni stanno lavorando molto, Lanza, Colaci, Hoag e Leòn arrivano prima degli altri per cominciare allenamento, sicuramente ce la stiamo mettendo tutta. Io cerco di dare sempre il 100% anche se la palla che arriva non è la migliore, e questo è quello che dobbiamo fare tutti. In coppa Italia avremo Padova contro cui abbiamo fatto la peggior partita di questo anno, ma ora dobbiamo pensare a Siena. A me piace giocare e stare in campo, non mi sento un leader ma ho piacere a giocare davanti a tanti tifosi. L’anno scorso non avevo sentito subito che eravamo forti, a dicembre facemmo riunione dopo le sconfitte di Civitanova Marche e Modena, da allora in avanti siamo riusciti a migliorare. Quest’anno siamo forti ma la cosa bella è che possiamo migliorare molto a muro, in difesa e nella concentrazione».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 18, 2019 16:30