Massimo Colaci: «Perugia resta concentrata su sé stessa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 21, 2019 12:15
Massimo Colaci (vittoria)

Massimo Colaci (foto Michele Benda)

Il ritorno in vetta è dolce per la Sir Safety Conad Perugia che in cuor suo ci sperava di sfruttare il turno favorevole di superlega maschile. Anche i tifosi si erano augurati che la diciottesima giornata potesse riservare una doppia soddisfazione, e sono stati ricompensati. La vittoria a Siena e la concomitante sconfitta di Trento in casa con Civitanova Marche ha riportato al vertice i block-devils che ora sanno di avere nuovamente il pallino in mano. Gli sportivi più distaccati forse cominciavano a pensare che non sarebbe stato possibile ed ora sorridono meravigliati. Ma la massima categoria italiana è diversa dagli anni passati, non possono stupire i sorpassi ed i controsorpassi che vedono la classifica allungarsi ed accorciarsi continuamente. Nessuna delle quattro grandi è priva di macchie e lo stop dei dolomitici dopo ventuno successi consecutivi è lì a ricordarlo. Si è mostrato moderatamente soddisfatto l’opposto Aleksandar Atanasijevic eletto miglior giocatore della partita: «Anche se abbiamo vinto in tre set si è trattato di una partita durissima, sia nel primo che nel terzo siamo stati anche sotto nel punteggio. Abbiano stretto i denti con Leòn che ha giocato con forti problemi al dito, che ha saputo comunque dare un apporto fondamentale. Stavolta ho giocato bene io, ma il merito è di tutti i mie compagni. Sono sempre convinto che possiamo ancora migliorare, abbiamo fatto qualche errore stupido  soprattutto nel secondo set e questo va evitato. È una vittoria importante contro una squadra che reputo forte e che anche se sta faticando sono sicuro che col tempo riuscirà a far emergere la sua qualità». Ha sottolineato quanto non sia stato facile vincere in trasferta il libero Massimo Colaci: «La partita è finita tre a zero per noi, però è stata dura. Nei momenti più complicati del match siamo stati bravi a reagire. Abbiamo giocato con una buona continuità in tutti i fondamentali, siamo stati bravi a condurre la gara e a condurla in porto prendendoci tre punti. Abbiamo avuto un ottimo approccio, siamo molto contenti della nostra prestazione perché l’avversaria secondo me ha un elevato valore anche se la classifica non lo rispecchia. Il campionato è duro ed equilibrato, è difficile fare pronostici, io dico sempre che dobbiamo pensare prima di tutto a noi stessi, come fa una squadra forte e con mentalità vincente, e poi si vedrà. Se Trento perde una gara e noi non vinciamo serve a poco. Adesso iniziano le partite da dentro o fuori quindi a maggior ragione bisogna restare concentrati su di noi». Alla vigilia dei quarti di coppa Italia che si giocheranno mercoledì in gara unica l’ottimismo regna sovrano per il presidente Gino Sirci: «La correlazione muro-difesa ha funzionato bene, abbiamo lavorato su questo aspetto e si sono visti i risultati. Perugia è tornata a regnare e se lo merita, abbiamo un pubblico formidabile, la città è appassionata, spero che questo primato duri a lungo». Mai come negli ultimi anni le quattro grandi rischiano di non approdare alle final four, pronte a fargli lo scherzetto sono Milano, Verona, Monza e Padova, anche se sulla carta un certo divario esiste. In una partita secca gli errori possono essere pagati a caro prezzo e l’atteggiamento positivo potrebbe fare la differenza. Ora si cominciano a tirare le fila della stagione e anche i grossi club devono andare al concreto.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 21, 2019 12:15