Perugia continua a sognare, castigata Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 12, 2019 20:00
Leòn Wilfredo (attacco)

Sir Safety Conad Perugia a muro con lo schiacciatore Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

Nello scontro dei quartieri alti è la Sir Safety Conad Perugia ad avere la meglio e continua così coltivare sogni di gloria in superlega maschile. Il trionfo della quarta giornata di ritorno arriva davanti al proprio pubblico con i block-devils che rincarano la dose nei confronti di una Cucine Lube Civitanova, che sulla carta resta la favorita per l’impegno economico profuso. È la conferma che i bianconeri sono squadra con personalità e che rimane candidata allo scudetto. Manca ancora la fluidità ottimale, gli umbri vanno a sprazzi vivendo delle accelerazioni della propria battuta (quattordici ace) ma l’atteggiamento è quello giusto. Dall’altra parte della rete c’è fiducia con l’assetto che prevede Simòn al centro, ma i cucinieri subiscono la carica degli acerrimi rivali. Gli umbri non steccano l’esame stavolta, pur sbagliando molto, battono fortissimo e riescono a trasformare le occasioni a loro disposizione punendo i blasonati rivali. In avvio il punteggio si sblocca sulla battuta di Leòn che piazza il primo ace (4-2), Mossa de Rezende non è da meno e pareggia subito dai nove metri (6-6). Gli ospiti prendono subito le misue a muro e vanno avanti ma Atanasijevic è implacabile e rovescia (17-15). La differenza avviene sul calo dell’opposto serbo che viene murato due volte consecutivamente (19-21). È sempre la battuta ad avere un peso enorme, Leòn pareggia, De Cecco sorpassa ed il muro di Podrascanin vale il vantaggio. Invertiti i campi il copione è simile, i perugini vanno avanti di due ma vengono immediatamente ripresi (8-8). Anche la seconda accelerazione prodotta da Leòn è smorzata da Juantorena che poi procura il sorpasso (13-14). L’inseguimento dura poco con Leòn incontenibile che porta sul 19-17. Ancora una volta la gestione non è impeccabile e gli ospiti vanno a condurre (22-23). La palla del possibile pareggio è annullata da Podrascanin che poi va in battuta e recupera una palla in difesa che Leòn trasforma in un pesante raddoppio sotto lo striscione. Nel terzo frangente le cose si mettono male d subito con i marchiagiani che sfruttano tutte le incertezze perugine (un misero 36% offensivo) per portarsi sopra (5-12). Mischiare le carte con Della Lunga ed Hoogendoorn in campo serve a poco perché si continua a concedere troppo e le distanze aumentano (13-23). Un colpo di coda sul finale limita i danni ma non impedisce l’accorciamento delle distanze. Il quarto periodo comincia nel segno di Podrascanin che rivitalizza i suoi (8-7). Un doppio errore in attacco fa scricchiolare i cucinieri che sul turno di battuta di Leòn vanno sotto 16-11. Agli ospiti non ne va bene una e anche la fortuna sorride alla Sir che con De Cecco da fondo campo si porta sul 23-14. Il colpo del kappao è un’ace dell’appena entrato Della Lunga.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA = 3-1
(25-23, 25-23, 18-25, 25-15)
PERUGIA: Leòn 16, Podrascanin 11, Atanasijevic 9, Lanza 8, De Cecco 6, Ricci 4, Colaci (L), Della Lunga 4, Galassi, Seif, Hoogendoorn, Hoag. N.E. – Piccinelli. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Simòn 13, Juantorena 12, Leal 9, Sokolov 9, Cester 7, Mossa De Rezende 3, Balaso (L1), Kovar 1, Stankovic, D’Hulst, Cantagalli. N.E. – Diamantini, Massari, Marchisio (L2). All. Ferdinando De Giorgi e Marco Camperi.
NOTE – Spettatori 3’959.
Durata dei set: 30’, 31’, 25’, 24’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) ed Alessandro Tanasi (SR).
SIR (b.s. 22, v. 14, muri 5, errori 11).
LUBE (b.s. 19, v. 7, muri 8, errori 12).

https://www.youtube.com/watch?v=mS3zt4M0lqc

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 12, 2019 20:00