Perugia si distrae un set ma poi doma Izmir

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 15, 2019 18:50
Atanasijevic-Podrascanin-Hoag (muro)

Sir Colussi Sicoma Perugia a muro con Aleksandar Atanasijevic, Marko Podrascanin e Nicholas Hoag

La competizione europea parla la lingua italiana, grazie al Sir Colussi Sicoma Perugia che al termine di un match con un passaggio a vuoto riesce ad avere la meglio sui padroni di casa della Arkas Izmir. È stato soprattutto il duello a distanza tra i martelli Taht ed Atanasijevic a rendere meno noioso il duello, la battaglia in campo non è stata agonisticamente interessante. A far pendere l’ago della bilancia dalla parte perugine è stata la battuta, fondamentale in cui gli ospiti hanno trovato grande efficacia. Motivi di riflessione ce ne sono per il presidente Gino Sirci che hanno giocato col freno a mano tirato, non mettendo quel pizzico di entusiasmo che talvolta aiuta. Come da aspettative, non avendo limiti di stranieri in campo, gli ospiti sono scesi in campo con Hoag tra i titolari di banda. La cronaca racconta di una partenza efficace degli ospiti che hanno subito inciso con Leòn in battuta (6-10). Gli errori dei turchi (saranno otto) rincarano la dose non permettendo di ridurre il gap (8-13). Con il turno dai nove metri di Podrascanin ed un attacco che funziona col 76% di efficienza il controllo del punteggio è assoluto e il sigillo dell’uno a zero arriva rapido. Molto diverso l’andamento del secondo set in cui c’è estremo equilibrio con i padroni di casa che restano al comando sino al 17-16, il sorpasso è sancito da un muro di Ricci che poi va a segno anche in attacco (17-19). Da fondo campo è Atanasijevic (sette palle a terra) a creare problemi, poco dopo è l’ace di Leòn a chiudere. Nel terzo frangente prova a mescolare le carte il team straniero con Sikar che rileva Matic, ma è sempre la rimessa in gioco umbra a sbloccare, stavolta quella di Ricci che favorisce lo strappo sul 6-10. La reazione d’orgoglio dei locali riporta a contatto e le sbavature nel loro gioco la fanno riperdere (15-19). Sembra ormai segnata la gara ma improvvisamente gli stranieri ritrovano coraggio con Taht e mettono la freccia siglando nove punti quasi consecutivi (24-20). Un errore fa vincere ad Izmir il primo set del torneo. Quarto periodo continua a non essere bellissimo con molte pause che non giovano al gioco di De Cecco ed il punteggio resta costantemente in bilico 19-19. Decisiva è una difesa in più di Hoag e l’attacco di Atanasijevic che mantiene il percorso netto.
ARKAS IZMIR – SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA = 1-3
(10-25, 19-25, 25-22, 23-25)
IZMIR: Taht 19, Lagumdzija A. 16, Koc 9, Gulmezoglu 7, Matic 4, Radke 2, Mert (L1), Sikar 1, Pereira Bravo. N.E. – Cevik, Lagumdzija M., Kaya, Gengiz, Ergul (L2). All. Glenn Hoag e Atilla Oztire.
PERUGIA: Atanasijevic 24, Leòn 17, Hoag 13, Ricci 9, Podrascanin 7, De Cecco 3, Colaci (L), Della Lunga, Seif. N.E. – Piccinelli, Lanza, Galassi, Hoogendoorn. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
Note – spettatori 3’100.
Durata dei set: 19’, 24’, 26’, 31’.
Arbitri – Goran Gradinski (SRB) e Tibor Halasz (HUN).
ARKAS (b.s. 15, v. 3, muri 6, errori 9).
SIR (b.s. 14, v. 8, muri 8, errori 5).
https://www.youtube.com/watch?v=RGJECjTuN2c

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 15, 2019 18:50