Silvia Tosti: «Vedo una San Giustino più matura»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 16, 2019 09:00
Tosti Silvia (corsa)

Silvia Tosti (foto Giorgio Gammetta)

È proprio destino che quando la San Giustino Volley incontra Macerata debba avere a che fare con assenze importanti. Stavolta il forfait è stato quello di Elisa Mezzasoma. La miglior realizzatrice della squadra è stata la schiacciatrice e capitano nerofucsia che invece aveva saltato la gara dell’anno scorso per squalifica. Una punta di amaro rimane per Silvia Tosti che dice: «Credo che se fossimo state a pieno regime ci sarebbe scappato il quinto set e magari anche un bel colpaccio. Sul due a due le pressioni per loro sarebbero aumentate. In condizioni di emergenza, come esattamente eravamo sabato scorso, il pronostico poteva essere favorevole a Macerata, ma per come sono andate le cose direi proprio che il risultato è stato aperto. Certamente, questo bisogna ammetterlo, loro ci avevano studiato nei minimi dettagli. Il problema è che nei momenti importanti del match noi abbiamo commesso qualche errore di troppo rispetto alle nostre avversarie. Il risvolto in positivo della situazione è dato dal fatto che siamo riuscite a giocare bene anche senza Mezzasoma, nel senso che la sua mancanza non ci ha condizionate. Lo ritengo un ulteriore segnale di maturità da parte del gruppo, anche se ovviamente confidiamo in un suo rapido ritorno, di lei abbiamo bisogno». Una conferma da Macerata è comunque arrivata, le altotiberine adesso sono un’altra squadra sul piano mentale. «C’è un’altra convinzione e soprattutto c’è un altro spirito, specie fuori casa. Se ben ricordate, nella passata stagione abbiamo lasciato a desiderare in trasferta, quasi come se fossimo state due squadre diverse in base al fattore campo. Adesso no, ci siamo rese conto di potercela giocare e ancora la fase di andata non è terminata. Quattro soli punti di ritardo dalla zona play-off, con più di mezzo campionato ancora davanti, debbono stimolarci a lottare fino in fondo, nonostante dopo Macerata, Montale Rangone e Cesena vi sia Altino, altro grande incomodo che ha avuto finora un cammino altalenante. Diciamo che è tutta da vedere». Anche perché di qui alla sesta di ritorno il calendario prevede cinque partite casalinghe su sette. «Sarà a suo modo determinante il risultato del derby di sabato prossimo, perché costituirà una grande iniezione di fiducia». Al palasport di via Anconetana arriverà Trevi, una rivale che si conosce molto bene, anche perché in amichevole è stata affrontata più volte. «Di sicuro, non ci sarà bisogno di visionare i filmati. Il bello è che nelle partite amichevoli abbiamo sempre pareggiato, per cui su questa sfida di campionato grava una grossa incognita. Trevi è una compagine equilibrata e con atlete di grande esperienza, a cui però è mancato finora qualcosa a livello di continuità. Vogliamo una vittoria che faccia classifica e morale, anche la successiva pausa di metà campionato la potremmo di conseguenza vivere con un atteggiamento migliore».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 16, 2019 09:00