Stefania Betti: «A San Giustino ogni punto fa la differenza»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 9, 2019 08:00
Betti Stefania

Stefania Betti

Con la maglia della Piccini San Giustino ha messo a segno sabato scorso il suo primo punto in serie B1 femminile. Esordiente in categoria a 32 anni, avvocato di professione con la passione per la pallavolo è il jolly della squadra per le sue prerogative da attaccante di banda e opposta, ruolo nel quale è stata impiegata nell’ultima gara disputata contro Montespertoli. Inoltre, garantisce un apporto di maturità ed esperienza alla squadra altotiberina in una stagione fatta di soddisfazioni, ma anche di qualche inghippo. Stefania Betti lo dice: «Ho subito la frattura del dito medio della mano sinistra e anche se adesso è di nuovo a posto, debbo pur sempre recuperare, nonostante per battere e per schiacciare adoperi la mano destra». Contro Montespertoli è arrivato un netto successo e finalmente anche la soddisfazione personale nel finale di gara. «Si è trattato di una vittoria abbastanza semplice, anche ovviamente per merito nostro, abbiamo fin da subito aggredito le toscane, tenendo un livello di concentrazione sempre elevato e mettendo in crisi la loro ricezione, il che ha poi inciso anche sull’attacco. Sapevamo poi che loro hanno due centrali forti e siamo state brave nel tenerle fuori dal gioco». Ricapitolando, dopo l’affermazione su Altino, la formazione umbra era arrivata a occupare il quarto posto; la sconfitta di Montale Rangone l’aveva fatta scendere al settimo e ora, dopo il primo successo del 2019, è risalita al quinto. Un’altalena che ha una spiegazione molto chiara. «È una classifica molto corta nei quartieri medio alti ed è anche una classifica che si sta dividendo in due tronconi abbastanza netti. Questo significa che ogni giornata diventa fondamentale e che per conseguire i grandi obiettivi di stagione anche un punto potrebbe fare la differenza. Il discorso vale in pieno anche per noi, che siamo a quattro lunghezze dai play-off. L’impresa di Macerata a Cesena potrebbe rivestire un peso enorme sulla corsa al primo posto, anche Montale Rangone ha le carte in regola per ambire alla promozione diretta. Contro di noi ha disputato la gara perfetta e se si mantiene su questi livelli può in effetti sperare fino all’ultimo». A proposito delle marchigiane, sabato prossimo c’è la trasferta nella tana della capolista e si può immaginare che per le sangiustinesi la musica sarà diversa. «È una compagine davvero tosta, ma noi abbiamo il vantaggio di non essere sottoposte a pressione, perché fra le due contendenti siamo quella che non ha nulla da perdere. Possiamo e dobbiamo quindi giocare a mente libera, è in fondo il nostro segreto, nonostante sul piano fisico il gruppo non sia al top. Certa è una cosa, venderemo cara la pelle». Un’ultima considerazione sull’esperienza con la maglia di San Giustino. «Mi trovo benissimo con le compagne di squadra e se anche per me è la prima volta in B1, non ho avvertito più di tanto il salto di categoria sul piano del lavoro e dell’intensità».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 9, 2019 08:00