Antonio Bartoccini: «Perugia macchina da guerra»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 27, 2019 13:00
Bartoccini Antonio (maglietta)

il presidente Antonio Bartoccini

Un rullo compressore. È questo l’appellativo con il quale viene descritto il cammino entusiasmante della Bartoccini Gioiellerie Perugia nella pool promozione della serie A2 femminile. Tre vittorie in altrettante gare, due delle quali contro due formazioni (Caserta e Soverato) ben attrezzate per salire in serie A1. E di fronte a individualità fisicamente superiori le magliette nere si sono compattate ancora di più, dimostrando che sì, il singolo è importante, ma è la squadra che porta a casa le vittorie. Concetto che sposa appieno anche il presidente Antonio Bartoccini: «La nostra è sicuramente una grande squadra; le ragazze sono compatte, coese. In campo danno sempre il massimo e dimostrano di essere un gruppo molto affiatato; un gruppo formato da ottimi elementi con grandi capacità tecniche e molta esperienza sulle spalle. Certamente questo grande spirito di squadra gli consente di ottenere risultati che magari, ad inizio di campionato, sembravano solamente dei sogni. Ricordiamoci che la parola successo si scrive con la S di squadra. E questo mi rende molto felice perché l’obiettivo primario che ci eravamo posti, sia io come presidente, sia tutto lo staff tecnico, era proprio quello di creare un gruppo coeso che si trasformasse in una macchina da guerra». Ovviamente c’è da rimanere con i piedi per terra; sei punti di vantaggio sulle inseguitrici (Mondovì, Trento e San Giovanni in Marignano) sono molti, ma il percorso è ancora lungo e al traguardo mancano sette gare, sette finali da giocare mantenendo sempre la giusta concentrazione, a partire dall’insidiosa trasferta di domenica prossima a Mondovì.
(fonte Wealth Planet Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 27, 2019 13:00
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<