Fabio Bovari: «Perugia lotterà contro rivali temibili»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 6, 2019 12:00
Bovari Fabio

Fabio Bovari (foto Maurizio Lollini)

Si ispira alla squadra maschile la Bartoccini Gioiellerie Perugia che si appresta a giocare la seconda fase della stagione in serie A2 femminile. Guardando i campioni d’Italia l’allenatore delle magliette nere Fabio Bovari afferma: «Anche noi dobbiamo imporre nei palazzetti avversari la nostra legge, la nostra classe, la nostra esperienza, non subire il gioco avversario, ma lottare palla su palla con un atteggiamento e un coraggio da veri combattenti. Saranno dieci partite intense, tirate in tutti i fondamentali, perché anche in questa pool promozione non ci sono prime o seconde della classe, ma dieci formazioni che metteranno tecnica, potenza, classe e cuore per aggiudicarsi l’ambito premio». Domenica prossima le perugine avranno modo di vendicarsi dello smacco subito in coppa Italia, la prima gara della seconda fase, infatti, la mette di fronte a Martignacco che nei quarti di finale eliminò la squadra umbra. Guadagnare tre punti per mantenere la vetta della classifica e vendicare la sconfitta sono gli obiettivi. «Questa fase sarà sicuramente un grandissimo spettacolo di volley perché tutte le squadre si temono e, nonostante la classifica, partono tutte allo stesso livello. È una formula nuova tutta da scoprire, che allunga di molto il campionato, e che ti impone di andare a giocare contro squadre che non conosci e non hai mai incontrato e quindi sarà fondamentale l’atteggiamento che avremo nello scendere in campo». Perugia viene data come squadra favorita, ma ci sono anche altre concorrenti che possono preoccupare. «Sicuramente Caserta è quella che, ad oggi, si è rafforzata di più, e pur avendo già una corazzata, ha aggiunto ancora un tassello molto importante quale la schiacciatrice ceca Tereza Matuszkova che incrementerà notevolmente le bocche di fuoco della formazione campana».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 6, 2019 12:00
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<