Lorenzo Bernardi: «Perugia ora deve stare concentrata»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 15, 2019 16:30
Bernardi Lorenzo

l’allenatore Lorenzo Bernardi impartisce ordini da bordo campo (foto Michele Benda)

Nella ventunesima giornata di superlega maschile che si disputa domenica c’è la possibilità di allungare il passo e la Sir Safety Conad Perugia lo sa bene. Gli scontri diretti tra squadre inseguitrici potrebbero giocare a favore dei block-devils che dal canto loro però devono pensare a vincere contro Castellana Grotte. Il compito pare di quelli agevoli contro il fanalino di coda della classifica ma certo è che le tre partite giocate in otto giorni e al viaggio stancante in terra russa, potrebbero avere ripercussioni sulla condizione della squadra. Prima di dare uno sguardo ai duelli Verona – Trento e Civitanova Marche – Modena, le più dirette inseguitrici, bisognerà dunque pensare come sempre in casa propria. Nella conferenza stampa organizzata dal club bianconero il microfono è stato lasciato all’allenatore Lorenzo Bernardi che ha detto: «L’ultima settimana è stata molto intensa sotto il punto di vista degli impegni, sia la finale di coppa Italia che la partita di champions league erano importanti e siamo stati molto bravi. I ragazzi sono un po’ stanchi e dobbiamo affrontare la restante parte di stagione nel miglio modo possibile. Nella prossima partita dipenderà tutto da noi, non penso di offendere nessuno se dico che la differenza tecnica gioca tutta dalla nostra parte. Dobbiamo prendere tre punti perché le nostre dirette avversarie sono molto vicine. Sarà una gara che dovrà essere affrontata molto bene a livello mentale perché dal punto di vista fisico poco possiamo fare. L’idea è di far rifiatare qualche giocatore e speriamo che questo si possa fare, valuterò sabato insieme allo staff sanitario quali scelte fare». Con la coppa in bella evidenza sopra il tavolo si è tornati a parlare della conquista della coccarda tricolore. «Nella finale di coppa Italia abbiamo giocato forse inizialmente un po’ contratti ma va dato il merito a Civitanova Marche che stava giocando benissimo. Noi però siamo molto forti di testa e appena abbiamo avuto l’opportunità di girare la partita ci siamo riusciti. Questa penso sia stata la vera chiave della partita. È un grande motivo di orgoglio perché mi vedo rappresentato bene. Questa vittoria rimarrà nella storia della pallavolo per la maniera in cui è maturata, ho detto ai giocatori che queste vittorie le ottengono solo le grandi squadre. Allenare significa valutare tante componenti, vedere che la squadra riesce a realizzare quello che hai preparato è una bella soddisfazione». Guardandosi indietro si è parlato anche dei momenti difficili dove sono state registrate delle battute d’arresto. «Nel momento che arrivano le sconfitte bisogna essere bravi a chiedersi il perché è arrivato quel tipo di risultato. L’importante è non avere alibi. Non sono mai stato preoccupato per le sconfitte, sono consapevole che gli avversari hanno margini di miglioramento ma anche noi ne abbiamo tantissimi. Abbiamo vinto una coppa Italia pur non giocando benissimo. Dobbiamo essere felici ma dobbiamo aver ben chiaro quali sono i nostri obiettivi finali».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 15, 2019 16:30
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<