Valentina Mearini: «San Giustino se la gioca fino in fondo»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 27, 2019 08:00
Mearini Valentina (tempo)

Valentina Mearini (foto Giorgio Gammetta)

Nella bella impresa della Piccini San Giustino a Cesena (vittoria in rimonta al tie-break) c’è la sua firma in calce senza dubbio fondamentale, diciotto punti, 77% di realizzazione e ben sette muri vincenti. È persino straordinaria la continuità di rendimento che dimostra la centrale Valentina Mearini: «Una bella battaglia, quella di Cesena e una vittoria di squadra, costruita sulla compattezza di un gruppo che ha ancora una volta messo a frutto le sue armi migliori, difesa e muro. Le nostre avversarie sono crollate nel quarto set, è venuto meno il grande apporto delle loro attaccanti migliori, Giulia Rubini e Alma Frangipane e alla distanza anche la palleggiatrice Marta Bertolotto non era più lucida nella distribuzione dei palloni. E dire che questo rischio lo avremmo semmai dovuto correre noi e non loro, visti i rispettivi organici, nella seconda partita della stagione in cui siamo arrivate al tie-break, dopo quella di Empoli. Dispiace un po’ constatare, leggendo le cronache della partita sul versante cesenate, come qualcuno abbia scritto che a loro mancavano l’opposto Caterina Errichiello e la schiacciatrice Marta Giulianelli e quindi abbia attribuito a queste defezioni la causa della sconfitta. Vorrei far presente che anche noi avevamo una Elisa Mezzasoma ancora in fase di sostanziale recupero (è stata in campo soltanto nel primo set e in un frangente del secondo) e che Silvia Tosti, infortunatasi appena due settimane prima a Castelfranco di Sotto, era rimasta ferma, poi si era allenata in settimana, ma non poteva essere al top, anche se ha giocato bene. Alla resa dei conti, quindi, noi e loro eravamo nelle stesse condizioni». Sul piano mentale, però, avete dimostrato di possedere quel qualcosa in più. «Avevamo addosso una gran voglia di vincere, anche perché soltanto con un risultato positivo saremmo rimaste in corsa per i play-off e poi per riscattare il kappao dell’andata, dimostrando che rispetto ad allora siamo nettamente cambiate. Ci siamo riuscite, in casa di una delle avversarie più forti». Cinque punti da recuperare per entrare in zona play-off, con un calendario che permette di risalire e di realizzare questa bella impresa. «Noi ci crediamo e anche la società ci crede alla stessa maniera. Con nove giornate davanti e una bella serie di incroci e scontri diretti, la classifica può essere ridisegnata. Dovremo ora affrontare avversarie che, sulla carta, sono più alla nostra portata, ma non è il caso di stilare tabelle, il segreto è quello di continuare a lavorare in allenamento e di concentrarsi solo sulla squadra che abbiamo davanti, sperando di riavere al meglio sia Mezzasoma che Tosti. Non invochiamo aiuti particolari dalla fortuna, ma solo la possibilità di essere tutte in condizione». Sabato prossimo, derby casalingo contro Perugia, che sta respirando aria di salvezza grazie anche all’apporto di Mirka Francia, attesa a San Giustino come grande ex di turno. «Sarebbe persino assurdo stare qui a rimarcare le doti di Mirka, fuoriclasse della pallavolo mondiale. Da quando è tornata a giocare, piazza punti pesanti e allo stesso tempo, con la sua presenza in campo, trasmette una fiducia maggiore alle compagne. Di sicuro, troveremo un’altra squadra rispetto a quella che in novembre abbiamo battuto fuori casa e, conoscendo le caratteristiche delle singole, sarà una sfida tosta, per cui non cambia nulla, dovremo giocare con l’atteggiamento di sempre, quello che finora ci ha spianato la strada della vittoria e che ci ha permesso anche di essere più forti delle difficoltà». La zona play-off dista ancora cinque lunghezze, e con nove giornate ancora in programma è lecito sognare, specie se la mentalità è questa.

(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 27, 2019 08:00
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<