Wilfredo Leòn: «Perugia ha dimostrato solidità»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 4, 2019 12:00
Leòn Wilfredo (tuta)

Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

Vincere un big-match non è mai semplice, specie se hai di fronte la tua bestia nera, specie se giochi in trasferta in un palasport che da cinque anni è proibito, specie se hai davanti a te cinquemila tifosi avversari che hanno il dente avvelenato contro di te. Ecco perché la vittoria della Sir Safety Conad Perugia non può essere analizzata con un metro di giudizio normale, perché contro Modena entrano in gioco molti altri fattori. Si vedano le trenta battute sbagliate dei block-devils, si veda la tensione del primo set. Ma alla fine i campioni d’Italia hanno ribadito la loro supremazia con lo schiacciatore Wilfredo Leòn che si è mostrato felice: «Giocare contro Modena è sempre difficile, sapevo della rivalità con Perugia e questa partita era molto importante. Abbiamo dimostrato che sappiamo lottare ma possiamo fare molto meglio, infatti abbiamo fatto tanti errori in battuta, ma va bene così, continueremo a lavorare. Era difficile oggi ma lo sarà anche la prossima gara nella semifinale di coppa Italia. Dobbiamo cercare di limitare gli errori in battuta ma in questa occasione non abbiamo fatto l’allenamento di rifinitura al Pala-Panini perché giocando con anticipo di orario non era consigliabile ed è stato ancor più complicato del solito ambientarsi. Sappiamo che il servizio è una nostra arma molto potente e continuiamo ad allenarci forte in questo fondamentale». Non si è lasciato andare a troppi festeggiamenti il capitano Luciano De Cecco che ha detto: «È stata una partita molto intensa e noi non abbiamo mai mollato anche se abbiamo fatto parecchi errori al servizio. Modena ha giocato una grandissima pallavolo, anche noi abbiamo giocato una buona gara, è stata questa la mia netta sensazione dentro al campo, sono orgoglioso di aver preso parte a questo spettacolo di altissimo livello. Era ua partita di cartello per molti, attesa per molti motivi, per noi è stata invece una partita normale, preparata molto bene e, nonostante gli alti e bassi, è stata molto tirata e vinta con merito. Sabato prossimo nella semifinale di coppa Italia potrebbe essere una partita molto diversa, da martedì cercheremo di studiare ancora gli aspetti che possiamo migliorare». L’allenatore Lorenzo Bernardi da parte sua ha voluto commentare sulla pagina social con una massima “Le case felici sono costruite con mattoni di pazienza” ma a caldo ha riferito: «Per quanto riguarda la mia valutazione finale la nota più lieta è la vittoria in campo difficile come lo è il Pala-Panini, siamo riusciti a fare tre punti in un campo dove Perugia non aveva mai vinto negli ultimi anni, dove non è mai facile giocare, perché il pubblico modenese aiuta la squadra di casa e la sostiene moltissimo quando è in difficolta, avevamo focalizzato l’attenzione sull’atteggiamento psicologico, i giocatori sono stati molto bravi. Anche nei momenti di grande nervosismo e dove le cose non riuscivano troppo bene, siamo riusciti a mantenere la concentrazione e l’attenzione. Le vittorie aiutano sempre ma dobbiamo essere più bravi noi a gestire la vittoria che loro la sconfitta in vista della sfida di coppa Italia. Non è un risultato definitivo per la stagione regolare, il destino è ancora nelle nostre mani, se avessimo perso sarebbe dipeso anche dagli altri. È chiaro che è meglio essere rimasti primi ma abbiamo ancora trasferte difficili contro squadre che giocheranno col coltello tra i denti per raccogliere punti preziosi per i loro obiettivi, la sentenza non è dunque assolutamente definitiva».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 4, 2019 12:00
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<