Fabio Bovari: «A Perugia coperta corta ma gran personalità»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 6, 2019 11:00
Bovari Fabio

Fabio Bovari (foto Maurizio Lollini)

La situazione è sempre più rosea per la Bartoccini Gioiellerie Perugia che appare inattaccabile in vetta alla classifica della pool promozione di serie A2 femminile. Sei i punti di vantaggio sulle più dirette inseguitrici dopo il successo esterno nello scontro diretto di Mondovì. Un carico di ulteriore fiducia per le gioielliere che non vengono fermate nemmeno dagli infortuni, lieve comunque la distorsione alla caviglia destra riportata da capitan Pietrelli nell’ultima gara. Questa l’analisi dell’allenatore Fabio Bovari: «Non dobbiamo lasciarci trascinare da facili entusiasmi che potrebbero alterare la concentrazione, dobbiamo guardare avanti, gara dopo gara, pensare a noi stessi, al nostro tipo di gioco e alle soluzioni per mettere in difficoltà le rivali. Lo dico sin dall’inizio, sono dieci finali e ne sono rimaste sei da giocare, ed ognuna sarà giocata al massimo sia da noi che dalle nostre avversarie che non regaleranno niente. Stiamo lavorando bene, ma stanno lavorando bene anche le dirette inseguitrici, per cui non ci si può permettere il lusso di deconcentrarsi o di inseguire voli pindarici con il rischio di inficiare tutto quello che di buono è stato fatto finora. Bisogna continuare con questo passo, cercare di vincere sempre, e questo comporta un grande dispendio di energie sia mentali che dal punto di vista fisico. Nonostante i vari intoppi fisici che stanno caratterizzando questo periodo è una grande soddisfazione vedere che il gruppo reagisce facendo quadrato. Stiamo giocando ogni gara, nonostante le problematiche, in maniera esemplare, chi entra in campo dà il massimo. Quando è così è difficile per le avversarie riuscire a scalfire una corazza come la nostra. La nostra coperta è corta, ma riusciremo a gestirla al meglio fino alla fine».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 6, 2019 11:00