Fabio Ricci: «Perugia non deve fare conti»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 11, 2019 14:00
Ricci Fabio (rete)

Fabio Ricci (foto Michele Benda)

Non è cambiato nulla in vetta alla classifica della superlega maschile che vede la Sir Safety Conad Perugia sempre capolista indiscussa della classifica. Il quattordicesimo successo per tre a zero in campionato consolida la posizione di dominio dei block-devils il cui obiettivo principale è chiudere al primo posto la stagione regolare per avere la testa di serie migliore e per conquistare il diritto alla prossima champions league. Mancano due giornate al termine ed il proposito è sempre più realizzabile dato che basterebbe una vittoria anche per tre ad uno e il traguardo sarebbe matematicamente conquistato. I bianconeri del presidente Gino Sirci oggi hanno 63 punti e non possono puntare a ritoccare il record realizzato lo scorso anno quando chiusero a quota 70. Possono però puntare ad eguagliare il numero di successi che nell’anno della tripletta è stato di ventitré e migliorare il numero di affermazioni col punteggio migliore che furono quindici. Di certo queste statistiche passano in secondo piano rispetto allo scopo prioritario che è quello esposto, ma per i perugini vale sempre la regola che è inutile fare calcoli. Il centrale Fabio Ricci lo ha spiegato così: «Sapevamo che era tosta, Padova veniva da un buon periodo, aveva vinto tre a zero con Verona, è una buona squadra che gioca forte e bisognava metterli sotto fin dall’inizio perché inseguire poi sarebbe stata dura. La gara d’andava ce la ricordavamo e infatti siamo partiti forte. Nel terzo set qualche imprecisione ci ha fatto andare sotto, poi ha deciso di pensarci Leòn… Il primo posto? Io non ho fatto nessun conto, credo che dobbiamo continuare a ragionare una gara alla volta e andare avanti così». E ragionando su una gara alla volta adesso il mirino si sposta sulla competizione continentale che domani farà viaggiare la squadra in direzione Chaumont dove giovedì si svolgerà la partita di andata dei quarti di finale. Ad aumentare l’ottimismo del gruppo è il rientro ufficiale nella rosa dello schiacciatore Alexander Berger, a distanza di poco più di quattro mesi dall’intervento chirurgico alla schiena (microdiscectomia per la rimozione di un’ernia discale). Una buona notizia dunque che arriva nel momento più importante della stagione dove l’apporto dell’atleta austriaco potrebbe fare comodo. Ci vorrà del tempo chiaramente per ritrovare il ritmo partita ma nei giorni scorsi in allenamento si è visto che la qualità muscolare e le doti atletiche non sembrano aver subito alcuna variazione. Gli stimoli dunque non mancano.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 11, 2019 14:00