Wilfredo Leòn: «Perugia è più forte di Kazan»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 21, 2019 10:00
Leòn Wilfredo

Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

La Sir Colussi Sicoma Perugia entra nella primavera con il morale altissimo, cosciente di aver dimostrato che in champions league la condizione è ottima. Aver eliminato in maniera nettissima i francesi di Chaumont è anche un messaggio che viene inviato ai russi del Kazan, avversari della semifinale che invece hanno faticato nelle due partite dei play-off ricorrendo in entrambe le partite al tie-break e qualificandosi per merito del golden-set. Anche i polacchi del Belchatow hanno passato il turno usufruendo del set supplementare eliminando San Pietroburgo. Alle semifinali ci sono ora una italiana, una russa ed una polacca, in attesa del match di questa sera tra Civitanova Marche e Mosca che decreterà la quarta pretendente al titolo continentale. Superato il turno si guarda subito avanti, lo testimoniano le parole del fuoriclasse cubano Wilfredo Leòn: «Contro Kazan vinciamo. Vogliamo batterli in casa e anche in trasferta. Quella russa è la squadra più temuta ed accreditata, ma io sono convinto che oggi Perugia sia la più forte. Sarà un grosso stimolo giocare contro la mia ex squadra ma non c’è spazio per i sentimenti. Non conta nulla se hanno faticato per arrivare alle semifinali, anche noi non avevamo giocato al meglio in Francia. Capita perché non puoi essere sempre al massimo. Ora stiamo bene, abbiamo sfoderato una bella prestazione senza cali di concentrazione, questa è la mentalità che dobbiamo avere». A conferma che l’Europa è il pensiero fisso nella testa di tutti sono state anche le parole a caldo dell’opposto Aleksandar Atanasijevic che sinteticamente ha detto: «È stata una bellissima partita. Abbiamo giocato bene sin dal primo punto. Questa è una vittoria importante, non potevamo sbagliare stasera. Ora aspettiamo la semifinale contro lo Zenit Kazan». Pur senza lasciarsi andare è apparso soddisfatto l’allenatore Lorenzo Bernardi: «È stata una partita giocata con una grande intensità dal primo all’ultimo pallone. Quando giochiamo in casa così è difficile per tutti. In semifinale affronteremo la squadra più difficile che potesse capitarci ma se vogliamo arrivare in fondo dobbiamo superare tutti. Massimo rispetto dunque per Kazan, ma nessuna paura. Prima però dovremo chiudere la stagione regolare di superlega ed avremo da giocare gara-uno dei play-off scudetto che è la partita più delicata di questo periodo». Nutre propositi di rivincita il libero Massimo Colaci che ha detto: «Contro Chaumont abbiamo gestito bene la partita dal primo all’ultimo punto, abbiamo fatto tutto bene e la vittoria è stata meritata. Con Kazan saranno due partite intense e difficili, come è giusto che sia sarà una semifinale di livello altissimo. Speravo di incontrare i russi per una rivalsa personale visto che negli ultimi anni ci ho sempre perso. Arriviamo bene al finale di stagione, dovremo far vedere di essere pronti».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 21, 2019 10:00