Nicholas Hoag: «Vittoria che dà fiducia a Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 14, 2019 11:30
Hoag Nicholas (palla)

Nicholas Hoag (foto Michele Benda)

L’importante era andare avanti e la Sir Safety Conad Perugia ha compiuto il passo auspicato riuscendo ad eliminare Monza in tre set e raggiungendo Modena in semifinale. Martedì sarà il giorno della prima sfida, ancora tra le mura amiche, con la prevendita che comincia lunedì e certamente sarà infuocata. Non una prova eccezionale per i bianconeri lo spareggio di sabato sera ma il d.s. Stefano Recine sottolinea le qualità del gruppo: «Sapevamo di essere un po’ in difficoltà con le energie, abbiamo fatto una prova di nervi, forse non è stata una bella partita ma complimenti ai ragazzi, dal primo all’ultimo. La battuta è una delle nostre caratteristiche, il bello stavolta è stato vedere che tutti gli atleti hanno battuto bene. Il riposo di cui abbiamo bisogno è quello mentale, bisogna essere bravi a rilassarci e cancellare lo stress accumulato, questa è la cosa più importante». Vede il bicchiere pieno anche il libero Massimo Colaci: «Siamo riusciti a vincere, la prestazione è stata così e così ma nei play-off è normale. La tensione è stata superiore al normale, ma quando vieni provocato per tutta la partita è normale innervosirsi un po’ e reagire. Quando noi abbiamo perso siamo sempre tornati a casa zitti e muti. Ci aspetta Modena che è una squadra di altissimo livello e ci sarà da soffrire, non conta niente la classifica della stagione regolare». Si è limitato a sottolineare l’importanza del risultato lo schiacciatore Nicholas Hoag che guarda avanti: «Avevamo la voglia di vincere per andare in semifinale. Anche con la stanchezza accumulata e con qualche dolore addosso siamo riusciti nell’obiettivo, ci hanno dato una bella mano i tifosi fornendoci grande energia. Sul piano mentale è stata una partita difficile, dopo tre sconfitte consecutive, una gara da dentro o fuori che ci dà un po’ più di fiducia». Ha cercato di essere più positivo il giudizio del palleggiatore Luciano De Cecco che ha detto al termine del match: «Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, giocando una bella partita e vincendo che era la cosa più importante. Ora testa a martedì per una semifinale tostissima con Modena. Loro hanno avuto più tempo per preparare la partita ma noi giochiamo in casa e ce la metteremo tutto. Vedremo cosa ne uscirà». In merito agli spiacevoli fatti accaduti al termine della partita con Orduna che ha provocato Atanasijevic, il presidente Gino Sirci si è limitato ad ammettere: «Un finale vissuto in un clima calcistico, quando la posta in palio è alta gli animi si surriscaldano».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 14, 2019 11:30