Perugia anche rimaneggiata mette in riga Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 16, 2019 23:03
Leòn Wilfredo (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

Comincia in bene la serie della semifinale nei play-off scudetto per la Sir Safety Perugia. L’auspicata vittoria va ai block-devils che superano la Azimut Leo Shoes Modena mai arrendevoli, per la quarta volta nella stagione sorridono gli umbri al termine di quattro set più emozionanti che belli. A fare la differenza è stata la battuta, fondamentale che è stata sfruttata a dovere dagli uomini del presidente Sirci. Il prologo della gara vede consegnare il Trofeo Gazzetta nelle mani di Wilfredo Leòn, miglior giocatore della stagione per la giuria specializzata. Al fischio d’avvio i padroni di casa presentano tra i titolari Berger, prima volta in campo dall’inizio, ma l’ovazione del pubblico è tutta per Atanasijevic che si accomoda a fondo campo assieme allo staff bianconero. Pronti via e i padroni di casa scappano subito sul 4-0 che poco dopo sul turno di battuta di Leòn diventa 9-2. Il gap rimane pesante e i modenesi gettano nella mischia Kaliberda al posto di Bednorz (15-7). Con un bel momento a muro dei gialloblu le distanze si riavvicinano ma poi Lanza torna ad incidere e riallunga (21-14). Entra Della Lunga che trova due ace consecutivi e poi Podrascanin mette giù gli ultimi due, il suo muro vale l’uno a zero. Invertiti i campi c’è equilibrio sino al 9-9. È ancora la battuta, stavolta di Ricci, a far prendere il comando ai perugini che con Leòn particolarmente ispirato vanno sul 17-13. Il recupero è merito di un Bednorz implacabile che riporta sotto nel finale (23-22). Ci sono due palle del raddoppio ma ancora Bednorz le annulla (24-24). Ce n’è una terza ma il polacco la sbaglia ed è il due a zero. Nel terzo parziale Perugia prova a staccarsi ma non va oltre due punti di vantaggio, la manovra si rallenta e Zaytsev compie il sorpasso (11-13). Entra Hoogendorn per Berger ma gli emiliani non regalano nulla e sono cinici (19-22). È Urnaut a ridurre le distanze. Il quarto periodo comincia malissimo con i modenesi che prendono tre muri pesantissimi su Leòn (1-4). Con il cubano in calo di zuccheri dopo il super lavoro è Lanza a caricarsi di responsabilità trascinando al sorpasso (8-7). L’allungo arriva con la difesa che sale in cattedra e Ricci che pesca un ace (16-12). Holt dai nove metri e Urnaut a rete si inventano punti straordinari e tornano a far sentire il fiato sul collo (16-15). È lotta spalla a spalla sino in fondo, ai vantaggi stavolta decisivo è un errore di Urnat che assegna il primo punto della serie alla Sir. Venerdì Santo si torna in campo per la seconda sfida e la tifoseria si prepara ad una beata trasferta.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA = 3-1
(25-15, 26-24, 21-25, 26-24)
PERUGIA: Leòn 24, Lanza 12, Ricci 8, Podrascanin 6, Berger 4, De Cecco 1, Colaci (L), Della Lunga 2, Hoogendoorn 1, Hoag, Piccinelli. N.E. – Seif, Galassi. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
MODENA: Bednorz 17, Urnaut 10, Zaytsev 9, Holt 7, Mazzone 5, Christenson 1, Rossini (L1), Kaliberda 1, Tillie, Pinali, Benvenuti (L2). N.E. – Anzani, Keemink, Pierotti. All. Julio Velasco e Luca Cantagalli.
Note – Spettatori 3’788.
Durata dei set: 23’, 32’, 30’, 33’.
Arbitri – Sandro La Micela (TN) e Alessandro Tanasi (SR).
SIR CONAD (b.s. 25, v. 10, muri 5, errori 13).
AZIMUT LEO (b.s. 25, v. 2, muri 6, errori 15).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 16, 2019 23:03