Perugia attesa da una battaglia a Kazan

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 9, 2019 12:00
Perugia-Kazan (gruppo)

gli atleti della Sir Colussi Sicoma Perugia e della Zenit Kazan posano in una foto di gruppo (foto Michele Benda)

O la va o la spacca. Una Sir Sicoma Colussi Perugia con le spalle al muro non ha alternative stavolta, deve vincere nella gara di ritorno della semifinale di champions league, altrimenti addio sogni di gloria. Nella competizione dove i block-devils hanno puntato tutto, facendo sforzi economici ancor più importanti rispetto al passato, non c’è spazio per risultati diversi dalla vittoria. Dopo la sconfitta interna al tie-break della scorsa settimana le possibilità per centrare la qualificazione alla super-finale sono due. L’affermazione per tre a zero o tre a uno farebbe staccare ai bianconeri direttamente il pass per Berlino, un successo per tre a due rimanderebbe il verdetto al golden set (che dovrebbe essere conquistato anch’esso per passare il turno). Per violare il campo della Zenit Kazan quadri-campione europea in carica, di sicuro, ci vorrà una prestazione di altissimo livello. I perugini non arrivano al match nella condizione migliore, sconfitti anche nel campionato italiano (due di fila non era mai successo in questa stagione) e sicuramente con qualche tossina accumulata nei muscoli. La possibilità di rovesciare il pronostico esiste, il livello delle due rivali è davvero molto simile, ma è chiaro che per battere i russi ci sarà bisogno della partita perfetta. Sperare che i padroni di casa allenati da Vladimir Alekno incappino in una giornata negativa è alquanto difficile essendo un team di fuoriclasse che ha un rendimento assai costante. Le probabilità sarebbero per lo meno alla pari, non fosse che gli umbri in trasferta hanno spesso sofferto più che tra le mura amiche, offrendo prestazioni inferiori alle attese. L’allenatore Lorenzo Bernardi ha insistito nelle ultime settimane sull’aspetto mentale, sarà infatti decisivo l’atteggiamento dei giocatori in campo, e a questo proposito molta parte dell’esito del confronto si scoprirà già dai primi punti, con lo schiacciatore cubano Wilfredo Leòn che non dovrà cedere alle emozioni tornando per la prima volta nel palasport che per quattro anni lo ha visto protagonista. Le aspettative sono alte nel club perugino che è cosciente di avere in ballo anche una bella sommetta di euro in più per l’eventuale qualificazione. La partita come sempre sarà trasmessa in diretta streaming trasmessa su Dazn ma potrà essere vista anche abbonandosi ad Eurovolley.tv che sono ormai i riferimenti della pallavolo europea. Arbitri: Fabrice Collados (FRA) e Laszlo Adler (HUN). I titolari di Kazan: Butko in regia e Mikhailov opposto, Volvich e Samoylenko in zona-tre, Ngapeth ed Anderson schiacciatori, Verbov libero. L’assetto iniziale di Perugia: ad alzare De Cecco in diagonale ad Atanasijevic, al centro Podrascanin e Ricci, di banda Leòn e Lanza, libero Colaci.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 9, 2019 12:00