Una Perugia dalle risorse infinite stende Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 28, 2019 20:30
Atanasijevic-Podrascanin (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Aleksandar Atanasijevic e Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Le delusioni esterne sono compensate dalle gioie casalinghe e la Sir Safety Conad Perugia neppure questa volta tradisce i suoi quattromila fedelissimi. Nonostante un cattivo approccio alla partita i block-devils trovano nelle pieghe del proprio carattere le risorse morali per terminare il lavoro a proprio favore estromettendo la Azimut Leo Shoes Modena dalla corsa al tricolore. Il passaggio alla finale dei play-off scudetto è dunque raggiunto, all’inizio della stagione questo veniva considerato l’obiettivo minimo, in realtà è stato più sofferto e sudato di quanto si potesse attendere. I meriti degli emiliani ed i demeriti degli umbri si sovrappongono, fatto sta che ancora una volta il fattore campo è stato decisivo, in barba a coloro che non lo ritengono un vantaggio. Il primo set evidenzia la grande tensione ed il punteggio rimane in bilico sino al 10-10. Qui comincia a farsi sentire il muro ospite e comincia ad agitarsi il fantasma dell’eliminazione (14-18). Le battute di Holt fanno male e manca la reazione dei locali che faticano a carburare e mancano di lucidità per organizzare un gioco fluido. La conclusione è una battuta in rete di un impalpabile Leòn. Un gioco infelice che il presidente Sirci pare infuriato e abbandona la sua abituale postazione. Il secondo parziale sostanzialmente gestito dagli emiliani, vede la ricezione faticare e la regia di De Cecco annaspare (8-14). A dare la scossa è Podrascanin che la regia si ricorda di avere a disposizione dopo un set e mezzo, i suoi muri ed i suoi attacchi avvicinano (13-16). La crisi si acuisce sui servizi di Zaytsev che scoprono il fianco ai bianconeri (17-23). Entrano Galassi ed Hoag che dai nove metri fornisce nuova linfa con tre ace (22-23). Si fa male Bednorz in ricezione e viene sostituito da Urnaut poi Zaytsev spara fuori il punto dell’aggancio (23-23). Ai vantaggi è Atanasijevic a perforare gli avversari e trovare il pareggio. Lo scampato pericolo mette le ali ai padroni di casa che nel terzo parziale vanno subito avanti (3-0). I gialloblu però non si scompongono e con un ritrovato Zaytsev recuperano ed invertono (10-11). La battaglia procede stanca con le rivali che calano molto dai nove metri e commettono molti errori (21-21). Una decisione arbitrale contraria fa scatenare le proteste perugine ed Atanasijevic si becca un cartellino giallo (21-22). Christenson trova l’ace che procura due palle-set e Mazzone riporta in vantaggio i canarini. Il quarto periodo comincia malissimo, i locali sono piantati sulle gambe e fanno cadere diversi palloni non impossibili in seconda linea (7-11). Qui arriva la seconda scossa con Leòn a fondo campo che tira granate, due ace riportano e sorpasso (12-11). Atanasijevic e Zaytsev restano i riferimenti principali ed il punteggio rimane a stretto contatto sino a che il secondo commette un errore (20-17). Ricci a muro diventa impenetrabile e porta avanti di cinque, il punto di Leòn rimanda la sentenza. Al tie-break è ancora il cubano a spingere senza sosta ma a meravigliare è anche Colaci che in difesa continua a prendere tutto (5-2). De Cecco sposta il gioco su Lanza che è in momento super ed aumenta la cadenza (11-5). Il punto della vittoria è di Leòn e fa esplodere la gioia. Mercoledì c’è Civitanova Marche per il primo match di finale, è un’altra storia, ma è lo stesso sogno tricolore.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA = 3-2
(19-25, 27-25, 23-25, 25-20, 15-8)
PERUGIA: Leòn 22, Atanasijevic 21, Lanza 10, Podrascanin 9, Ricci 9, De Cecco 3, Colaci (L1), Hoag 3, Galassi, Seif, Piccinelli. N.E. – Berger, Hoogendoorn, Della Lunga (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
MODENA: Zaytsev 21, Holt 12, Tillie 10, Bednorz 10, Mazzone 10, Christenson 4, Rossini (L1), Urnaut 6, Kaliberda 3, Pierotti, Pinali, Keemink. N.E. – Anzani, Benvenuti (L2). All. Julio Velasco e Luca Cantagalli.
Note – Spettatori 3’953.
Durata dei set: 24’, 33’, 32’, 31’, 15’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) e Sandro La Micela (TN).
SIR CONAD (b.s. 19, v. 7, muri 8, errori 9).
AZIMUT LEO (b.s. 23, v. 8, muri 8, errori 9).



Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 28, 2019 20:30