Wilfredo Leòn: «Sono dispiaciuto ma questo è lo sport»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 11, 2019 12:00
Leòn Wilfredo (incita)

Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

Ancora una volta la champions league sfugge di un soffio, e ancora una volta è Kazan a frantumare i sogni dei block-devils nel torneo continentale. La Sir Sicoma Colussi Perugia se ne torna a casa delusa anche se può uscire a testa alta dalla massima competizione europea per club e con un gruzzoletto di 200’000 euro intascati. Anche in Russia i bianconeri se la sono giocata ma anche stavolta non hanno trovato la giornata ideale che sarebbe servita ad imporsi, e ad eliminare la formazione che da quattro anni domina la scena. Malgrado la tensione palpabile e comprensibile di inizio gara, la squadra umbra è riuscita a rompere il ghiaccio e incamerare il primo set, ma ciò non è bastato per dare seguito all’impresa. Non c’è grande demerito nella prestazione dei perugini, se non rammarico per non aver avuto l’atteso supporto dalla battuta, ma va detto onestamente che il merito è anche dei russi che hanno dimostrato una solidità mentale disarmante. Inutile però piangere sul latte versato, lo ricorda il tecnico Lorenzo Bernardi: «È stata una partita come quella che mi aspettavo, punto a punto. Sono contento per come i ragazzi hanno giocato il match, lo hanno fatto a viso aperto. Siamo rientrati nei set in cui eravamo sotto, nel quarto eravamo 24-22 e siamo arrivati 24-24. Poi certo, nelle due partite loro hanno dimostrato di avere quel qualcosa in più, quel pallone in più che a questo livello, dove squadre favorite non ce ne sono, fa la differenza. Penso che dobbiamo essere anche soddisfatti per come abbiamo giocato queste due partite contro Kazan. Adesso dobbiamo essere bravi a resettare questa semifinale per tuffarci di nuovo in campionato italiano perché sabato sera abbiamo una partita di quelle che non concedono prove d’appello». Lo schiacciatore Wilfredo Leòn non si fascia la testa: «Sono molto dispiaciuto per la sconfitta ma in questi momenti c’è solo da ricordare che questo è lo sport. Le vittorie sono dolci ma a volte arriva una sconfitta amara e devi affrontarla a testa alta. Spero che ci saranno molti altri trofei che festeggerò con la mia squadra, quindi dobbiamo solo imparare da questo torneo e continuare a lavorare. Grazie per tutto il supporto e spero che i tifosi di Perugia ci aiutino a combattere per lo scudetto». Così sui social Aleksandar Atanasijevic: «Sfortunatamente per Perugia la champions league finisce con una sconfitta contro il Kazan. Domenica dobbiamo vincere contro Monza per continuare la marcia in campionato. Forza ragazzi, noi non ci scoraggiamo». Ha fatto i complimenti ai rivali il regista Luciano De Cecco: «C’è poco da spiegare o recriminare a noi stessi, il risultato non è quello che volevamo ma dobbiamo voltare pagina. Onore all’avversario che ha giocato una pallavolo di altissimo livello. Adesso testa a sabato, non c’è molto tempo però metteremo in campo quello che serve per continuare la nostra corsa in superlega». Ci teneva a vincere il presidente Gino Sirci che si è espresso con parole più severe: «Era una grande occasione ma non siamo stati capaci di approfittarne. Kazan è una grande squadra ma ha disputato una partita normale. Dobbiamo morderci i gomiti per i troppi errori. Contro Monza non dovremo sbagliare così tanto».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 11, 2019 12:00