Perugia sogna il tricolore a Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 10, 2019 13:30
Civitanova-Perugia (inno)

Lube Cucine Civitanova e Sir Safety Conad Perugia durante l’inno nazionale (foto Fabrizio Zani)

Il rosso del cuore, il bianco della fiducia, il verde della speranza. Sono queste le tinte che compongono il tricolore tanto desiderato dalla Sir Safety Conad Perugia. Cuore: ne hanno avuto molto sino ad ora i block-devils che hanno dimostrato di saper uscire da situazioni complicate con carattere e personalità. Fiducia: ne possiedono una buona dose gli umbri dopo aver dominato la stagione e fornito prestazioni convincenti come quella di mercoledì. Speranza: è presente in quantità industriale per qualsiasi atleta o tifoso che brama un trionfo solenne. I primi due pezzi di stoffa sono nel cassetto in attesa di unire il terzo e di cucire il tutto a formare lo scudetto. C’è solo da fare ancora uno sforzo che corrisponde ad imporsi nuovamente contro la Lube Cucine Civitanova. L’impresa potrebbe essere compiuta già sabato 11 maggio, e sarebbe l’ulteriore vendetta perfetta visto che i marchigiani festeggiarono il tricolore del 2014 in casa dei perugini. Dopo essere tornati in vantaggio nella serie di finale, l’umore della squadra campiona d’Italia in carica è alto. La concreta possibilità di violare la tana nemica si era già presentato domenica scorsa sulle coste adriatiche ed ora gli uomini del presidente Sirci se ne vogliono creare un’altra. Si tratta del primo di due assalti allo scettro, che per la verità significherebbe confermarsi sul trono italiano. Regnare nel campionato più competitivo del mondo non è cosa semplice, bissare il successo due anni di seguito ancor meno visto che da tredici anni non ci è più riuscita nessuna squadra. Il vantaggio che avranno i marchigiani del tecnico Ferdinando De Giorgi è quello di avere il proprio pubblico al fianco e di rendere un inferno l’impianto di gioco. Anche il fatto di essere in svantaggio due a uno e di avere le spalle al muro potrebbe consentire ai cucinieri di giocare con più coraggio e di non essere preoccupati e contratti come nelle due gare esterne. I pericoli principali tra i padroni casa provengono dalle bande, riuscire ad arginare i cubani Yandy Leal ed Osmany Juantorena che davanti al loro pubblico si esaltano e cambiano volto sarebbe il primo passo verso la vittoria. Il team del coach Lorenzo Bernardi si trova nella situazione di un tiratore scelto che ha due cartucce da sparare per centrare un bersaglio: «Dobbiamo stare molto tranquilli. Ogni partita, a prescindere dalla sua importanza, fa storia a sé, a maggior ragione all’interno di un play-off dove ci sono tante variabili che fanno la differenza. Perciò dobbiamo vivere il momento con la massima serenità. In questa fase è più difficile gestire una vittoria che una sconfitta e noi dobbiamo essere bravi in questa situazione. Andremo a Civitanova Marche per fare la nostra partita e cercare di chiudere lì la serie, senza pensare che abbiamo un’altra opportunità con gara-cinque, consapevoli della nostra forza e con il massimo rispetto dell’avversario che è una squadra infarcita di fuoriclasse». Il punto di forza degli ospiti risiede nella concentrazione della coppia serba formata dall’opposto Aleksandar Atanasijevic e dal centrale Marko Podrascanin che hanno il desiderio di interrompere il tabù delle trasferte. Sono momenti di snervante attesa per i giocatori perugini che dovranno senza dubbio mantenere la calma e la lucidità ottimale per ottenere quel terzo successo che manca per poter festeggiare. La fiducia non manca tra gli umbri e nemmeno la consapevolezza di dover affrontare una squadra fortissima, lo spettacolo certamente sarà di altissimo livello per i quattromila fortunati in possesso del biglietto. Ma anche chi la vedrà dal divano di casa attraverso la diretta televisiva su Rai Sport (alle ore 18) potrà gustarsi il meglio che offre il mondo delle schiacciate. È una sorta di ultima spiaggia per i marchigiani costretti a vincere due partite di seguito per non veder sfumare il sogno. A vederla così sembrerebbe cosa fatta, anche per via dei precedenti che sono in questa stagione sul cinque a due in favore della Sir, ma le partite sono come sempre tutte da giocare ed evitare le provocazioni è indispensabile per non farsi tirare un brutto scherzo. L’entusiasmo è alle stelle tra i tifosi che in circa quattrocento valicheranno la catena appenninica per portare il loro sostegno alla squadra. A caccia di record è lo schiacciatore Aleksandar Atanasijevic che con nove attacchi vincenti toccherebbe quota mille nei soli play-off. Due gli ex della partita, tutti dalla parte umbra, sono i centrali Marko Podrascanin e Fabio Ricci. Arbitreranno l’incontro i fischietti Sandro La Micela (TN) e Luca Sobrero (SV). Possibile assetto Civitanova Marche: ad alzare Mossa de Rezende, opposto Sokolov, in zona-tre Cester e Simon, di banda Juantorena e Leal, libero Balaso. Probabili titolari Perugia: De Cecco in regia ed Atanasijevic a chiudere la diagonale di posto-due, Podrascanin e Ricci al centro, Leòn e Lanza schiacciatori, Colaci libero.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 10, 2019 13:30