Vital Heynen: «Perugia è una scelta emotiva»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 11, 2019 16:30
Heynen Vital

Vital Heynen (foto Marco Mehl)

Si concretizzano le voci di mercato della Sir Safety Conad Perugia di cui avevamo già scritto a lungo, il nuovo allenatore bianconero è il belga Vital Heynen: «Ho scelto Perugia per tre motivi ben precisi. Il primo è il presidente perché quando ci ho parlato ho sentito subito un bel feeling e che siamo molto simili ed in sintonia. Il secondo è Perugia, intesa come città e come pubblico. Perugia è una città che vive per la pallavolo, è una piazza in grandissima crescita. Ed io come allenatore mi sento un po’ come Perugia. Il terzo è la squadra, una grande squadra di altissimo livello, una squadra che dovrà lottare per vincere tutto, in primis il campionato italiano che reputo l’obiettivo più importante. Avevo avuto in passato qualche contatto con la pallavolo italiana, ma per me l’aspetto emotivo è una cosa importante e questa è stata la prima volta in cui ho sentito che la situazione, la squadra ed il momento erano quelli perfetti per venire. Poi sono una persona curiosa, amo cambiare e quindi era impossibile dire di no a Perugia». Il tecnico sfoggia un italiano già molto buono e traccia a grandi linee quello che sarà da ottobre in avanti. «Sto studiando la lingua perché penso sia importante parlare la lingua del paese dove lavoro, è una forma di rispetto verso la società e verso l’ambiente. I giocatori che fanno parte della squadra li conosco molto bene, negli anni li ho affrontati molte volte da avversario. Ovviamente avrò modo poi di parlare con ognuno di loro, ma per adesso posso dire che la cosa principale sarà lavorare insieme per la costruzione della squadra, costruire un team che gioca d’insieme, un gruppo unito e con un solo spirito. Tutti aspetti per me molto importanti. Sarò a Perugia per l’inizio della preparazione e poi al termine degli impegni con la Polonia. I miei obiettivi sono gli stessi della società, vincere». Sarà lui il quinto allenatore della superlega a guidare i block-devils, prima esperienza assoluta nel campionato italiano dopo le sei stagioni in patria sulla panchina del Maaseik, le tre tedesche col Friedrichshafen, le due polacche col Bydgoszcz, quella francese al Tours e quella turca ad Ankara, ma oltre al club il cinquantenne allenatore è stato anche il c.t. del Belgio, della Germania e della Polonia con cui ha vinto il titolo iridato 2018. Una serie di esperienza molto importanti per un curriculum di assoluto livello dove spiccano il bronzo 2014 e l’oro nel 2018 ai Mondiali, ma non vanno dimenticati i cinque scudetti le cinque coppe nazionali e le quattro supercoppe belghe, nonché le tre coppe nazionali e le tre supercoppe tedesche.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 11, 2019 16:30