Filippo Lanza: «Nuovo stile di lavoro per Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 14, 2019 13:30
Lanza Filippo (palla)

Filippo Lanza (foto Michele Benda)

L’ultimo impegno della preparazione atletica è servito alla Sir Safety Conad Perugia per provare alcune situazioni di gioco con la squadra che tra poche ore passerà il testimone della guida tecnica da Brecht Van Kerckhove a Vital Heynen il cui arrivo è previsto per domani direttamente dal Giappone dove stamattina (fuso orario del sol levante) si è conclusa la competizione della world cup. L’allenatore belga aveva lasciato con i block-devils nei giorni scorsi in mano al suo fidato braccio destro che ha cominciato a trasmettere i concetti di un lavoro che è sicuramente diverso da quello a cui erano abituati i giocatori. Giovedì lo stesso Heynen sarà presentato ufficialmente con una conferenza stampa ai tifosi bianconeri, a poche ore dalla prima gara ufficiale della stagione. Nel frattempo si guarda alla prestazione registrata al Memorial Valter Baldaccini che ha visto i perugini battere Ravenna in cinque set. Una bella impressione l’ha destata il centrale Marko Podrascanin che ha chiuso con sette su sette in attacco (100%), due muri ed un ace, rimanendo concentrato anche dopo la partita: «Sono uscito da un periodo difficile a fine stagione scorsa e la vittoria agli Europei è stata bellissima. Ora aspettiamo i compagni che devono rientrare ma siamo soddisfatti del lavoro svolto. Da oggi possiamo contare su Atanasijevic che si è riposato dopo tante fatiche e poi aspettiamo a braccia aperte Leòn che sappiamo quanto può dare alla nostra squadra». Completamente recuperato dall’infortunio lo schiacciatore Filippo Lanza che ha commentato così il momento: «Pian piano la squadra si sta completando, ci siamo allenati tanto e dovevamo mettere in pratica le varie fasi di giochi che sono quelle che mancano di più, è normale che il rodaggio sia un po’ lungo. Personalmente mi sento bene, ho giocato un paio di partite e sono pienamente ristabilito. In questo periodo abbiamo appreso nuovi metodi di lavoro che hanno lo stile di Heynen, è un metodo nuovo, che non conoscevamo prima ed è anche divertente, credo che possa dare i suoi frutti». Osservati speciali sono stati i volti nuovi, lo schiacciatore ucraino Oleh Plotnytsyi ha registrato discreta performance in attacco (60% di efficienza) e mostrato qualche buon colpo in battuta (tre ace); il martello estone Robert Taht ha tenuto bene in ricezione (79% di positiva) muovendosi bene in campo.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 14, 2019 13:30