Perugia, gli uomini attendono Verona per la riscossa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 26, 2019 14:00
Lanza Filippo

Filippo Lanza (foto Michele Benda)

Secondo impegno casalingo consecutivo per la Sir Safety Conad Perugia che domenica alle ore 18 sarà di fronte ad un ostacolo che è ben più alto di quanto si potesse immaginare alla vigilia della superlega maschile. Non è solo la rivale di tante battaglie Calzedonia Verona contro cui ci sono addirittura ventisei precedenti, (venti le vittorie dei block-devils), che ha esordito positivamente e che appare solida. È soprattutto la condizione mentale dei bianconeri che avranno tutta la pressione addosso perché non possono più sbagliare. Ci saranno i riflettori di Rai Sport a bordo campo per trasmettere in diretta televisiva la seconda giornata di campionato (che in realtà è già la terza partita per i perugini). Il pronostico è quanto mai aperto e lo spettacolo in campo non mancherà, tra due rivali che hanno dato vita sempre a sfide infuocate. Non conta dunque il fatto che gli scaligeri sono sempre stati sconfitti negli ultimi sette confronti diretti e che l’ultimo loro successo risale al 27 marzo 2016, perché il duello sarà come sempre infuocato. L’allenatore Vital Heynen ha avuto poco tempo per sistemare le cose che non vanno dopo la sconfitta di giovedì ma dovrà fare ricorso a tutti gli espedienti per cercare di uscire bene da questa sfida, e dovrà scegliere accuratamente i suoi uomini da mandare in campo. Tra i più motivati c’è sicuramente Filippo Lanza che ha origini veronesi: «La mia esperienza mi dice che non bisogna mai guardare troppo alle prime partite. Sono le ultime quelle importanti. Con Milano abbiamo preso una bella scoppola, sono più avanti di noi, giocano bene e hanno tanta voglia di dimostrarlo. Noi non abbiamo ancora assimilato il nuovo sistema di gioco e ne paghiamo le conseguenze. Ci alleniamo in un modo e poi in partita entriamo in crisi. Non mettiamo in pratica quello per cui ci siamo allenati. Ci sono delle cose che non funzionano, dobbiamo accettarle, conviverci e cercare di sopperire con qualche individualità. Certo i veneti hanno Boyer, un giocatore che può fare la differenza. Stoytchev so come lavora, è un tecnico che vuole vincere sempre. In casa nostra il pubblico ci dà quell’aiuto in più, anche se la differenza dovremo farla noi in campo». Tra gli ospiti uno dei vigilati speciali è il centrale argentino Sebastian Solé che è sempre ostico sia in attacco che a muro. Due gli ex in campo, Birarelli da un lato, Colaci dall’altro. Arbitri: stefano Cesare (RM) e Rossella Piana (MO). Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Podrascanin – Ricci, Leòn – Lanza, Colaci (L). Verona: Franciskovic – Boyer, Solé – Birarelli, Marretta – Asparuhov, Bonami (L).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 26, 2019 14:00