Perugia, gli uomini col fiatone la spuntano a Latina

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 20, 2019 21:30
De Cecco Luciano (alza)

Sir Safety Conad Perugia impegnata in costruzione col regista Luciano De Cecco (foto Michele Benda)

Quasi una sorpresa nella superlega maschile per la Sir Safety Conad Perugia che deve sudare le proverbiali sette camicie prima di trovare la via del successo. Affermazione stentata che ha il pregio di scongiurare le critiche dei più volubili sportivi, ed capace di infondere un moderato ottimismo nei block-devils. Per avere ragione della Top Volley Latina c’è stato bisogno di ricorrere ad ogni espediente e di rimanere in campo cinque set. I bianconeri partono con Plotnytskyi tra i titolari, ma poi lo sostituiscono con Wilfredo Leòn di cui questa squadra non può fare a meno. Alla fine il rendimento dell’attacco è discreto (49%), ma bisogna considerare che i pontini hanno progressivamente registrato il loro muro che raccoglie strada facendo parecchi punti. A fare la voce grossa sono stati soprattutto i centrali Marko Podrascanin che ha brillato in fase offensiva e Fabio Ricci che ha sfoderato una muro ragnatela (quattro punti) capace di creare qualche problema ai martelli locali che rispondono ai nomi di Patry e Van Garderen. A scattare meglio dai blocchi sono i perugini che si portano sull’8-11. L’attacco dei padroni di casa viaggia su buone percentuali e ci vogliono le fucilate di Atanasijevic e Lanza per incamerare un sofferto uno a zero ai vantaggi, non prima di aver anullato una palla set ai latinensi. Alla ripresa si combatte di più, gli ospiti commettono più errori ma restano a contatto (14-14). Alla fine dodici regali sono troppi e i laziali ne approfittano per pareggiare. Nel terzo set Leòn, entrato in precdenza, rimane in campo, le cose si mettono bene ed il punteggio si dirige sui binari degli umbri (11-16). Qualche ingenuità riporta in scia i rivali ma il due ad uno n on sfugge. La quarta frazione è tutta da dimenticare con Patry che fa il bello ed il cattivo tempo (20-14). Inevitabile il rinvio del verdetto. Al tie-break i perugini devono inseguire e si trovano nella delicata situazione di 9-7. Un colpo di Lanza in battuta viene aiutato dal nastro ed agguanta la parità, (10-10), poco dopo un muro di Leòn sancisce il sorpasso (11-12). Perugia ha due palle della vittoria, la seconda è decisiva e fa esplodere di gioia i tifosi al seguito.
TOP VOLLEY LATINA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 2-3
(27-29, 29-27, 22-25, 25-18, 14-16)
LATINA: Patry 22, Van Garderen 20, Szwarc 11, Rossi 7, Palacios 5, Sottile 3, Cavaccini (L), Karlitzek 11, Peslac 2, Elia, Rondoni. N.E. – Onwuelo, Rossato. All. Lorenzo Tubertini ed Andrea Pozzi.
PERUGIA: Ricci 16, Lanza 16, Atanasijevic 16, Podrascanin 14, Plotnytskyi 2, De Cecco 2, Colaci (L1), Leòn 15, Hoogendoorn, Zhukouski, Piccinelli (L2). N.E. – Taht, Russo. All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
Arbitri: Dominga Lot (TV) ed Umberto Zanussi (TV).
TOP VOLLEY (b.s. 21, v. 6, muri 12, errori 13).
SIR CONAD (b.s. 21, v. 8, muri 8, errori 15).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 20, 2019 21:30