Perugia-Trento è la semifinale di supercoppa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 31, 2019 11:30
Colaci Massimo

Massimo Colaci (foto Michele Benda)

C’è entusiasmo e voglia di ben figurare alla Sir Safety Conad Perugia che si accinge a disputare la semifinale della supercoppa italiana. Si tratta della prima vera prova della stagione che assegna un trofeo e dunque può mettere già il segno positivo sul bilancio di chi lo vince. Tutte le squadre però hanno iniziato la stagione da pochissimi giorni e quindi ci sono pochi dati per capire effettivamente cosa aspettarsi. Una manifestazione bella e stimolante che offre un primo termometro della situazione ad alto livello. Le squadre sono ansiose di misurare le proprie forze con le rivali più agguerrite. In base al ranking della scorsa stagione i block-devils si troveranno di fronte ancora la Itas Trentino, un duello che vanta trentadue precedenti con quattordici vittorie degli umbri e diciotto successi dei dolomitici. Due gli incroci in questa competizione con un bilancio in equilibrio che ha registrato una vittoria per parte. La nuova stagione si è aperta come sempre con numerose incognite, i perugini hanno strappato un successo sofferto a Latina hanno steccato l’anticipo con Milano, e si sono riscattati con Verona. Questo il pensiero dell’allenatore Vital Heynen a poche ore dal fischio d’inizio: «Per me è la prima volta, è un appuntamento molto importante qui in Italia ed è anche una buona occasione per vedere all’opera i miei giocatori contro le migliori squadre della superlega. Siamo insieme da dieci giorni e quindi in palestra stiamo pensando soprattutto a lavorare per migliorare, ma ovviamente in questi ultimi allenamenti ci concentreremo maggiormente sull’avversario della semifinale. Trento è una squadra che ha cambiato poco a livello di sestetto e che ha lo stesso tecnico perciò sulla carta e più pronta rispetto a noi che stiamo cercando di assimilare un’altra idea di gioco. Nell’ultima gara abbiamo fatto un passo in avanti, venerdì dovremo farne un altro e bello grosso. In quattro giorni non è facile questo, ma abbiamo le carte per giocarcela contro Trento e, se magari come squadra ancora non siamo pronti come loro, possiamo però far leva anche sulle nostre individualità perché abbiamo i giocatori in grado di fare la differenza». Lo staff sanitario monitora lo stato di salute del centrale Marko Podrascanin, bloccato alla schiena domenica scorsa, e dello schiacciatore Oleh Plotnytskyi che aveva accusato un problema gastrointestinale. Il punto di forza del team bianconero è senza dubbio lo schiacciatore cubano Wilfredo Leòn che non pare risentire né di fatica, né di acciacchi. Dalla parte opposta della rete c’è il collettivo guidato da coach Angelo Lorenzetti, che dopo aver fatto centro a Ravenna e in casa con Monza è in piena fiducia. Una squadra nel segno della continuità rispetto alla passata stagione, con un assetto iniziale identico e dunque molto rodato, dove spicca la presenza del palleggiatore azzurro Simone Giannelli e dello schiacciatore serbo Uros Kovacevic. Caratteristiche simili tra le due formazioni che hanno irrobustito i loro organici per essere ancora più competitivi, con alternative di altissima qualità su tutti i ruoli. Un appuntamento che si potrebbe definire di livello internazionale vista la presenza di molte stelle del firmamento mondiale. Due per parte gli ex, coi trentini ci sono il regista Nicola Daldello e lo schiacciatore Aaron Russell, coi perugini il martello Filippo Lanza ed il libero Massimo Colaci che ha detto: «Dopo la batosta con Milano ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti di cercare di fare quello che sappiamo fare perché non poteva essere quella la vera Perugia. Con Verona qualche passo avanti si è visto, ma non sotto il profilo tecnico, quanto dal punto di vista mentale. Era importante sbloccarci soprattutto a livello di testa, questo aspetto nel nostro sport è molto importante. Sappiamo che il cambio di allenatore ha costretto tutti noi a provare metodi diversi, sinceramente non mi aspettavo così tanti cambiamenti e perciò ci vorrà un po’ di tempo e una buona dose di pazienza per oliare i meccanismi di squadra. Stiamo lavorando molto sulla fase di ricezione e di difesa, aspetti su cui Vital Heynen punta molto. La pressione per la supercoppa ci sarà sempre per una squadra come la nostra, ma questo vale per tutte le squadre che puntano a vincere dei trofei. Dobbiamo saperlo ed essere bravi a conviverci. È l’inizio stagione un po’ per tutti, sarà un torneo equilibrato. La supercoppa è un trofeo importante, non il più importante ma che dà gusto vincere, non credo alle persone che dicono di non tenere a questa competizione. Una squadra che ha dei giocatori come quelli che abbiamo noi non può non essere tra le favorite. Conosco bene chi ho accanto in campo e so di far parte di una società che vuole e deve essere sempre lì a giocarsela. Credo, come ho già detto, che le quattro partecipanti partano alla pari, nessuna si può nascondere. Mi aspetto una Trento ancora più forte rispetto allo scorso anno, gioca bene e veloce, ha delle armi che possono darci fastidio come la battuta. È una squadra che ha molta tecnica e che difende tanto, perciò bisognerà avere tanta pazienza per mettere palla a terra». Gli arbitri designati a dirigere la partita saranno sei: Alessandro Cerra (BO), Massimo Florian (TV), Rossella Piana (MO), Daniele Rapisarda (UD), Ilaria Vagni (PG), Marco Zavater (RM); i tre arbitri di ogni match saranno resi pubblici venerdì mattina. Le semifinali e la finale della ventiquattresima edizione saranno visibili in diretta televisiva su Rai Sport e in live streaming su raiplay.it con il seguente programma: venerdì primo novembre alle ore 15,30 Civitanova Marche – Modena; alle ore 18 Trento – Perugia. All’estero le televisioni partner della Lega Pallavolo Serie A all’estero riceveranno il commento in inglese delle tre gare: Sportklub (Serbia, Kosovo, Croazia, Bosnia Erzegovina, Slovenia, Macedonia, Montenegro), Match Tv (Russia), Polsat (Polonia), Btv Bulgaria, DSmart (Turchia), oltre ai principali siti mondiali di betting serviti dall’agenzia SportRadar. Probabile formazione Perugia: De Cecco in regia ed Atanasijevic opposto, Russo e Ricci al centro, Leòn e Lanza schiacciatori, Colaci libero. Possibile assetto Trento: al palleggio Giannelli in diagonale a Vettori, in zona-tre Lisinac e Candellaro, di banda Russell e Kovacevic, libero Grebennikov.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 31, 2019 11:30