Roberto Russo: «Il premio di Lega mi fa onore, ma voglio vincere con Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 30, 2019 12:00
Russo Roberto (premiato)

il premio di miglior under 23 a Roberto Russo (foto Michele Benda)

Il primo appuntamento della stagione è sempre più vicino, venerdì pomeriggio la Sir Safety Conad Perugia testerà il campo con le sue dirette avversarie, quelle cioè che puntano a vincere i trofei in palio nella stagione. È ancora presto per poter capire quali siano i reali valori delle squadre, prestissimo se si parla dei block-devils che avranno bisogno di tempo per mostrare il vero volto. Ciò non significa mettere le mani avanti, ma onestamente i problemi da risolvere adesso sono tanti (leggi sconfitta con Milano, ndr), ma vedi anche la situazione delle altre concorrenti della supercoppa italiana, specie la rivale Trento che sarà affrontata in semifinale. I dolomitici hanno lo stesso identico assetto della passata stagione e identico allenatore, per cui partono un passo avanti rispetto ai bianconeri, o forse anche due. Gli umbri del presidente Gino Sirci hanno anche una condizione non ideale dal punto di vista fisico, con Marko Podrascanin che si è bloccato alla schiena e con Oleh Plotnytski che è stato colpito da problemi gastrointestinali. Nessuna preoccupazione invece per Wilfredo Leòn che aveva accusato un problemino alla caviglia sinistra durante l’ultima gara ma lo ha tranquillamente superato. La qualità delle protagoniste nella prima competizione della stagione è altissima ma le speranze di poter fare centro non possono mancare in questo momento in cui mancano le certezze a tutte. La curiosità degli sportivi va di pari passo con la fiducia tipica del tifoso, saranno ben trecentocinquanta i Sirmaniaci a seguire la squadra perugina nella trasferta di Civitanova Marche. Come più volte ribadito uno dei punti di forza di Perugia è la panchina lunga, in questo senso ci sono delle qualità che fanno dormire sonni tranquilli, ad esempio il centrale palermitano Roberto Russo premiato domenica come miglior italiano under 23: «È un premio che mi fa onore, un punto di partenza per il mio futuro. Però non voglio fermarmi qui, spero di migliorarmi e vincere altri trofei con Perugia. Il mio sogno più grande è giocare le Olimpiadi del prossimo anno con la nazionale e dunque sono molto stimolato a dimostrare tutto il mio valore in questa stagione».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 30, 2019 12:00