Città di Castello: uomini delusi con Santo Stefano di Magra

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 10 Novembre, 2019 10:00
Montacci Leonardo

Leonardo Montacci

Manca l’istinto killer alla Job Italia Città di Castello che si perde sempre nel finale di set ma la sconfitta netta è troppo pesante da digerire contro la Zephyr Trading Santo Stefano di Magra. I biancorossi non meritavano di uscire dal Pala-Ioan senza punti anche perché, senza nulla togliere all’ordinata prestazione degli avversari, alcune decisioni del primo arbitro sono state decisive sia nel finale di secondo set, fallo in palleggio incredibile fischiato a Giglio, che nel terzo, palla out di Sarpong giudicata dentro e tutti a casa. Certo è che Marco Bartolini, finito fuori fino alla fine del secondo set per le proteste, deve rammaricarsi anche per le assenze del centrale Marino, influenzato, e del suo sostituto Montacci, uscito nel finale di primo set per lasciare spazio a Volpi. Quando poi Cipriani ha rilevato Cherubini, nel sestetto tifernate c’erano tre millennials: Cioffi (2000), Cipriani (2002) e Volpi (2003). Proprio Volpi è la nota lieta della serata per i cinque punti messi a segno ed anche per alcuni buoni turni in battuta e posizione a muro. Si comincia con due ace ospiti che vanno in fuga (3-9), Biasetto allunga facendosi valere a muro e nuovo balzo ligure (7-15), Franceschini e Fuganti Pedoni abbozzano un recupero e qualche errore contribuisce al pareggio (23-23), chiudono due punti di Sarpong, fino a quel momento poco incisivo. Alla ripresa Volpi subentra a Montacci ed il set è subito molto diverso in termini di equilibrio. Sul 12-13 entra Cipriani per Cherubini e comincia la riscossa tifernate, sei punti consecutivi mandano i tifernati al comando (19-15), il margine è difeso con fatica sino a che Sarpong diventa incontenibile ed aggancia (22-22), nel finale l’errore arbitrale e la conseguente confusione che decreta il raddoppio. La terza frazione inizia con tre punti dei liguri, le azioni sono contestate sia da una parte che dall’altra (a testimonianza che i due direttori di gara non erano in gran serata, ndr), due muri di Franceschini mettono la freccia e Volpi incide ma il punteggio resta in bilico (12-12), si va avanti punto a punto fino all’ennesimo errore con attacco fuori dei santostefanesi giudicato in campo.
JOB ITALIA CITTÀ DI CASTELLO – ZEPHYR TRADING SANTO STEFANO DI MAGRA = 0-3
(23-25, 24-26, 23-25)
CITTÀ DI CASTELLO: Fuganti Pedoni 12, Franceschini 11, Cherubini 5, Cipriani 4, Zangarelli 3, Giglio 1, Cioffi (L), Volpi 5, Montacci, Marini. N.E. – Camilletti, Celestini, Pitocchi, Cesari (L2). All Marco Bartolini.
SANTO STEFANO DI MAGRA: Sarpong 19, Biasotto 11, Bottaini 9, Comparoni 5, Podestà 5, Fellini 4, Vignali (L), Vescovi, Vergassola. N.E. – Zaccaria, Pierro, Benevelli. All. Andrea Marselli.
Arbitri: Sara Rossi e Georgia Tanzilli.
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 10 Novembre, 2019 10:00