Francesca Mancini: «A Città di Castello cresce l’autostima»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 20 Novembre, 2019 11:00
Mancini Francesca (riscaldamento)

Francesca Mancini (foto Giorgio Gammetta)

La Volley Città di Castello si gode il successo sul Castelbellino ottenuto nella quinta giornata di serie B1 femminile, una partita nella quale la squadra, con il gran carattere dimostrato, ha saputo rialzare la testa in un turno di campionato senza dubbio delicato. Tra le prove individuali una prestazione più che rimarchevole con i suoi diciotto punti e il 42% di realizzazione in attacco, è stata quella della venticinquenne schiacciatrice Francesca Mancini capace di esaltarsi contro un’avversaria fra le più attrezzate del girone: «Siamo scese in campo sapendo già che Moie aveva battuto Empoli e che anche Perugia si era imposta sul Cesena, per cui questi risultati ci avevano messo un po’ di pressione. Dopo le due sconfitte di fila e un primo set perso senza discussioni, avremmo potuto correre il rischio di disgregarci e invece abbiamo costruito la nostra vittoria. Sotto di un set ci siamo dette diamoci una mossa, altrimenti avremmo rischiato un’altra… Empoli. Avevamo sofferto in ricezione e quindi era questo il fondamentale da aggiustare, anche se poi la percentuale di positività è rimasta bassa. È migliorata invece la nostra battuta, loro hanno cominciato a ricevere male e a giocare con la palla staccata, commettendo diversi errori in attacco. Noi abbiamo sistemato anche la difesa e, nel vedere che i loro colpi non andavano più a segno, le avversarie hanno probabilmente smarrito la fiducia. Chi ci ha fatto penare di più per prenderle le giuste contromisure è stata la centrale Montani, che nelle fast veloci non sbagliava mai». Ma al di là della rete c’era una Francesca Mancini che faceva altrettanto… «Meglio di così, personalmente parlando, non mi sarebbe potuta andare. Sono molto contenta di ciò che ho fatto, ma non debbo assolutamente adagiarmi sugli allori, la fiducia e l’autostima comunque stanno crescendo». L’impatto con la nuova categoria è stato per la giocatrice tifernate foriero di soddisfazioni, maturate tra l’altro nell’impianto amico del Pala-Ioan. «È stato bello giocare in casa e disputare una eccellente prestazione, ci siamo anche divertite, dimostrando di possedere quel carattere che, assieme alla giusta mentalità, ci ha portato a conquistare una vittoria di squadra». A Pesaro sabato prossimo si attende una riprova importante una partita che sarà certamente difficile. «Pesaro ha in classifica gli stessi punti nostri, che però non rispecchiano la sua reale consistenza. È una compagine che viene data per favorita, nonostante finora non abbia reso in trasferta; proviene dalla sconfitta col Capannori e quindi sa bene che contro di noi deve dare il massimo per fare il pieno di video. Dovremo di conseguenza fare i conti con una squadra dal dente avvelenato. Il campionato è presto per poterlo dire, ma mi sembra molto incerto e livellato; non vi sono certezze e quindi manca per ora la squadra che domina e allo stesso tempo nessuna è disposta ad arrendersi. Il confine fra zona play-off e zona retrocessione è al momento sottile».
(fonte Volley Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 20 Novembre, 2019 11:00