Perugia e Leòn fanno le scarpe a Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 15, 2019 20:30
Lanza Filippo (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Filippo Lanza (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia cercava risposte dal big-match e ci ha creduto sino in fondo in un palasport che l’ha sostenerla a dovere con il primo tutto esaurito della stagione. I pronostici per il big match televisivo della dodicesima giornata erano positivi e alla fine è stata la Leo Shoes Modena a doversi inchinare, alla seconda sconfitta consecutiva. I block-devils riducono così il divario nel bilancio degli scontri diretti, ma più ancora blindano la seconda posizione della classifica. I bianconeri hanno sbaragliato la compagine ospite con una correlazione muro-difesa strepitosa che ha mostrato le sue infinite doti volitive, indirizzando il confronto anche e soprattutto grazie alla superiore lucidità. Gli umbri conquistano così i tre punti e confermano di essere la rivale più valida per competere con la capolista e campione d’Italia Civitanova Marche. C’è tensione al fischio d’inizio ma Leòn piega le mani agli avversari e permette il primo allungo (10-5).  A suonare la carica è Bednorz che dà la scossa ai compagni ma dura poco perché il muro bianconero è ben piazzato e consente di tenere a bada i rivali (18-12). Le incursioni di Zaytsev riducono le distanze sino al 20-18. Entrano Plotnytskyi e Piccinelli nel momento caldo, ma è ancora Leòn a decidere, il suo decimo punto personale manda al cambio di campo. Si ricomincia con stessa intensità agonistica ed è grande battaglia (10-10). Il servizio di Bednorz fornisce il primo break ai modenesi che poco dopo si spingono sino al 15-20. Inevitabile la parità. Terzo frangente che comincia nel segno dei gialloblu ma con i locali che non perdono contatto, a cambiare l’inerzia è il turno di battuta di Leòn che con due ace manda sul 13-9. Lanza va forte e con sei punti personali che infiammano i quattromila del palasport conduce al nuovo vantaggio. Quarto frangente che vive delle fiammate di Leòn che in battuta scarica tutta la sua potenza creando la spaccatura (16-10). Il gap permane con Atanasijevic che incide in attacco ed è attento anche in difesa, non permettendo di riprendere fiducia (23-17). È il muro di Podrascanin che fa scorrere i titoli di coda.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LEO SHOES MODENA = 3-1
(25-21, 18-25, 25-20, 25-20)
PERUGIA: Leòn 32, Atanasijevic 15, Lanza 14, Podrascanin 7, Russo 1, De Cecco, Colaci (L1), Plotnytskyi, Piccinelli, Zhukouski. N.E. – Biglino, Taht, Hoogendoorn, Ricci (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
MODENA: Bednorz 21, Anderson 15, Zaytsev 13, Mazzone 3, Holt 3, Christenson 3, Rossini (L1), Pinali 1. N.E. – Kaliberda, Bossi, Estrada Mazorra, Truocchio, Salsi, Iannelli (L2). All. Andrea Giani e Luca Cantagalli.
Note – Spettatori 3’876.
Durata dei set: 28’, 27’, 26’, 29’.
Arbitri – Dominga Lot (TV) ed Andrea Puecher (PD).
SIR (b.s. 17, v. 6, muri 7, errori 9).
LEO (b.s. 16, v. 7, muri 7, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 15, 2019 20:30