August Raskie: «Voglio dimostrare il mio valore a Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 3, 2020 09:00
Raskie August

August Raskie

È una delle novità del campionato italiano oltre che una delle scommesse stagionali della Bartoccini Fortinifissi Perugia con cui affronta la sua prima esperienza al di fuori del suo paese. Si tratta della palleggiatrice statunitense August Raskie (classe 1996) che ha iniziato a giocare all’età di quattrodici anni, dopo aver provato basket e atletica, ispirandosi alla sorella che giocava già a pallavolo. Ha fatto parte del roster del Front Range in Colorado e poi ha giocato per ben quattro stagioni nelle Oregon Ducks, la squadra della Università dell’Oregon. Mancina, predilige il gioco veloce e aggressivo. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti nella sua giovane carriera tra cui una convocazione da All-American e due menzioni d’onore: una regionale (tra le migliori nella zona del nord-pacifico) ed una assegnatagli dalla Pac-12, tutte conquistate nell’ultima stagione. «La cosa che più mi piace di questo sport è poter competere, lavorare sulle strategie così da trovare punti in qualsiasi situazione di gioco. Adoro mostrare a tutti cosa sono in grado di fare, essendo la pallavolo uno sport di squadra mi piace mettermi al servizio delle mie compagne per dare anche a loro la possibilità di far vedere cosa sono in grado di fare». Scegliere l’Italia e Perugia non è sicuramente stata una cosa semplice. «Ho scelto di venire in Italia perché credo sia il campionato più forte del mondo. Il gioco italiano è veloce ed è così che lo preferisco, è un campionato che ha grande considerazione per i grandi talenti che vi partecipano. Qualsiasi squadra richiede alle sue giocatrici di mantenere un altissimo livello, tutte hanno la possibilità di fare bene ed ottenere una posizione di vertice. Ho pensato fosse un ambiente ideale per chi come me ha l’ambizione mettersi in gioco e migliorarsi continuamente». Deve ancora adattarsi del tutto ma parla anche della città in cui si trova. «Adoro la squadra, le ragazze sono state molto accoglienti e disponibili soprattutto per cercare di aiutarmi con la comprensione di una lingua per me nuova come l’italiano. Perugia è bella, l’architettura è completamente diversa dagli Stati Uniti, quindi mi diverto molto nel passeggiare nelle varie zone, c’è sempre qualcosa da vedere di nuovo o che non avevo mai visto prima. Mi piacciono molto i suoi tramonti, quando posso faccio un giro magari prendendomi un caffè ed ammirarli, quindi se possibile sono sempre alla ricerca di nuovi posti per rilassarmi. Ho studiato arte e animazione al college, ho la vocazione dell’artista, quando ho del tempo libero lo passo a dare sfogo alla mia vena creativa, mi piace disegnare e dipingere». Un accenno la regista americana lo fa agli obiettivi personali e di squadra per questa stagione. «L’obiettivo è quello di lavorare sodo ed ottenere la fiducia delle mie compagne di squadra. È la mia prima stagione, ho molto da imparare, sto cercando di farlo molto velocemente ma sono pronta a combattere. Ogni giorno devo imparare il più possibile su come si affronta questo mondo, questa è la mia prima stagione da professionista e voglio anche aiutare Perugia che è tornata in A1 per restarci».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 3, 2020 09:00